10.7.14

QUANDO KISSINGER ORDINO' IL GOLPE CONTRO IL DEMOCRATICO ALLENDE



di Gianni Lannes

L'11 settembre 1973 moriva il presidente socialista Salvador Allende, mentre i militari fascisti di Pinochet - sostenuti da Washington - assaltavano La Moneda, il palazzo presidenziale di Santiago del Cile. Profetico il suo ultimo discorso radio alla Nazione: "Viva il Cile! Viva il popolo! Viva i lavoratori! Queste sono le mie ultime parole e ho la certezza che il mio sacrificio non sarà vano". 



In tempi più recenti scoviamo il criminale di calibro internazionale Henry Kissinger (un fantoccio di David Rockefeller), ancora a piede libero, intrattenersi amabilmente con Giorgio Napolitano nella colonia a stelle e strisce, meglio nota come Italia.


La declassificazione negli Stati Uniti d'America di parecchi documenti segreti, scioglie ogni dubbio sul ruolo antidemocratico, o meglio terroristico, svolto dal governo USA in America Latina.




riferimenti:


Nessun commento:

Posta un commento

Gradita firma degli utenti.