7.7.14

DEPOSITI NUCLEARI: QUANDO LO STATO ITALIANO VIOLA LA LEGALITA'




di Gianni Lannes




In Italia gli attuali depositi di scorie nucleari  non possiedono minimamente i requisiti di sicurezza, proprio come le 5 centrali nucleari (quattro civili e una militare) non ancora bonificate, dopo 24 anni dal primo referendum che ha bandito l'energia atomica nello Stivale. Eppure, la Sogin (incaricata dallo Stato nel 1999) ha già sperperato una quantità gigantesca di denaro pubblico. In ogni caso, oggi l'ignara popolazione è sotto minaccia di un grave rischio per la salute, mentre il governicchio Renzi elude il problema e non risponde alle interrogazioni parlamentari. Controllori e controllati fanno finta di niente, mentre l'affare tira a spese dei contribuenti.

Ecco la guida tecnica dell’Ispra che prescrive i criteri per la localizzazione di un impianto di smaltimento superficiale di rifiuti radioattivi a bassa e media attività.




Nessun commento:

Posta un commento

Gradita firma degli utenti.