30.7.14

4 BOMBE ATOMICHE UNITED STATES OF AMERICA PERSE ED ESPLOSE ANCHE IN GROENLANDIA



di Gianni Lannes



Usa e getta: la perdita di fecondità. Il 21 gennaio 1968 in Groenlandia non c’era alcuna guerra, eppure un B-52 degli Stati Uniti d’America volava con 4 bombe atomiche sul Circolo Artico. A bordo scoppiò un incendio e il velivolo militare precipitò.  L’aereo era avvolto nelle fiamme: una delle bombe atomiche detonò, un’altra bruciò e le altre due perforarono la coltre di ghiaccio e scivolarono nelle acque marine. L’incidente provocò la contaminazione da plutonio per una vasta aerea attorno al luogo dell’impatto. Le gravi conseguenze per la vita sul pianeta Terra sono incalcolabili. 





Ecco chi sono gli yankee governativi di Washington che intendono instaurare con la violenza e le menzogne un nuovo ordine mondiale: criminali ancora impuniti di livello planetario. Terroristi in divisa e doppiopetto ingessato che attualmente stanno disseminando su mezzo mondo, scie chimiche imbottite di veleni cancerogeni. In altri termini: il pericolo numero uno di Gaia e del genere umano.


riferimenti:





Nessun commento:

Posta un commento

Gradita firma degli utenti.