3.6.14

ORTA NOVA: INQUINAMENTO DELLE FALDE ACQUIFERE CERTIFICATO DALL'ARPA NEL 2006



di Gianni Lannes




Nell'aprile del 2006 l'Arpa Puglia ha analizzato il percolato a valle delle due discariche comunali - al confine con i territori di Ascoli Satriano e Ordona - impiantate dal sindaco Giuseppe Moscarella (msi/an/forza italia/pdl/forza italia) contro il parere dell'ente provincia. Dai riscontri scientifici emergono metalli pesanti altamente tossici e cancerogeni. Come è stato possibile occultare in uno sversatoio comunale per rifiuti solidi urbani, addirittura rifiuti industriali?

Gli inequivocabili rapporti di prova sono stati inviati ben otto anni fa al sindaco ortese (protocollo del 15 maggio 2006), al presidente della provincia e al responsabile dell'Ausl FG/2.

Al suo terzo mandato il Moscarella ha occupato la poltrona municipale per l'ultima volta in carriera dal 2006 al 2011, ma non ha mai bonificato le "sue" discariche, anche se in precedenza aveva tentato di far realizzare un inceneritore di rifiuti. A tale politicante è succeduta dal giugno 2011 al gennaio 2014 Maria Rosaria Calvio (detta Iaia), vice segretaria provinciale del PIDDI'. Anche lei non ha bonificato le suddette discariche a cielo aperto, anche se si è riempita la bocca di "ecologia" propinata a buon mercato.

Purtroppo l'inquinamento delle falde acquifere non conosce barriere o confini amministrativi, così è tracimato un pò ovunque, anche nei territori comunali confinanti.

Quali sono le conseguenze epidemiologiche sulle ignare persone che consumano i prodotti della terra irrigati con quest'acqua contaminata? Qualcuno si è ammalato o è deceduto a causa di questa distrazione amministrativa di due sindaci?















Nessun commento:

Posta un commento

Gradita firma degli utenti.