26.5.14

ORTA NOVA: L'ELDORADO DELLE ECOMAFIE E LA TRUFFA DEI RIFIUTI DIFFERENZIATI

CERIGNOLA (LOC. FORCONE CAFIERO): DISCARICA INTERCOMUNALE SIA PER RIFIUTI SOLIDI URBANI - foto Maurizio Ardito

di Gianni Lannes




I dati ufficiali della Regione Puglia sono agghiaccianti: la raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani è ufficialmente al 15 per cento, mentre nella provincia di Foggia è notevolmente al di sotto di quanto stabilisce la legge. Ecco un caso emblematico: Orta Nova con ventimila abitanti, dove addirittura, se una parte della popolazione separa e differenzia la spazzatura domestica, poi chi raccoglie l'immondizia, ovvero il consorzio pubblico SIA di Cerignola, mescola tutto e seppellisce a Forcone Cafiero. In altri termini, è in atto da anni una truffa legalizzata, grazie anche alla tacita connivenza degli enti locali. Le immagini scattate sul sito di Forcone Cafiero dall'ingegner Maurizio Ardito parlano chiaro: rifiuti di ogni genere, compresi quelli speciali e pericolosi. Ed altrettanto eloquenti sono le immagini del centro urbano e le modalità di smaltimento illegale, con l'igiene pubblica assolutamente non salvaguardata. A parte il danno alla salute collettiva con cassonetti scarsi, sconquassati, inadeguati e neanche puliti, con gli scarti di rsu che tracimano nelle vie del paese. La gente, addirittura paga una tassa per la differenziata, ma le autorità non controllano e tutto il marciume va a finire in discarica.


Orta Nova

Orta Nova




Nell'estate del 2011 anche ad Orta Nova quest'attività fuorilegge era stata segnalata al comandante della stazione dei carabinieri tale Giordano Protopapa, ma il sottufficiale non ha adottato alcun provvedimento cautelativo per far rispettare la legge, così come i sindaci che si sono succeduti negli ultimi 20 anni (da  Moscarella alla Calvio). E' stato messo al corrente anche il responsabile della SIA, architetto Vasciaveo, al quale è stata esposta la grave situazione illecita, alla presenza di due agenti della Polizia di Stato. Il DPR 915 risale al 1982. Tant'è che il sindaco per tre mandati Giuseppe Moscarella ha autorizzato l'apertura di una discarica a cielo aperto contro il parere dell'ente Provincia di Foggia. Tale situazione ha portato all'inquinamento delle falde acquifere dei 5 reali siti, usate per irrigare i campi coltivati: un evento delittuoso accertato e certificato già nel 2006 dalle analisi dell'Arpa Puglia. Un dato di fatto: numerose persone in quest'area che comprende 5 comuni, si sono ammalate di cancro e tante altre sono decedute a causa di tumori. Nel 2013 è stata depositata una denuncia penale nei confronti dei criminali a piede libero che hanno causato questo disastro ambientale, a danno dell'ignara popolazione. E i vigili urbani locali? Omertosi e latitanti: non vedono, non sentono e non parlano, anzi non denunciano alla magistratura i suddetti eventi criminosi. I primi a violare la legge sono spesso i rappresentanti indegni della pubblica amministrazione che coltivano e diffondono il sottosviluppo programmato, sperperando risorse pubbliche, vite umane, e territorio svenduto ai migliori offerenti.
 
Allora, bentornati all'inferno terrestre, dove la vita conta poco e niente. Tra i rifiuti tracimanti del centro abitato i migranti disperati ed affamati, rovistano negli scarti per mangiare qualcosa. Sempre in loco, tale Gerardo Tarantino (già vicesindaco con Moscarella dal 2006 al 2011), ieri 25 maggio 2014 candidato sindaco della destra, ha pure organizzato una cacciata di questi poveri "extracomunitari", trattati peggio delle bestie.




CERIGNOLA: DISCARICA INTERCOMUNALE SIA PER RIFIUTI SOLIDI URBANI - foto Maurizio Ardito


CERIGNOLA: DISCARICA INTERCOMUNALE SIA PER RIFIUTI SOLIDI URBANI - foto Maurizio Ardito


CERIGNOLA: DISCARICA INTERCOMUNALE SIA PER RIFIUTI SOLIDI URBANI - foto Maurizio Ardito


  Orta Nova
  Orta Nova




  Orta Nova

  Orta Nova

  Orta Nova
  Orta Nova
  Orta Nova

  Orta Nova
  Orta Nova
  Orta Nova
  Orta Nova
  Orta Nova
 Orta Nova
  Orta Nova
  Orta Nova

  Orta Nova
  Orta Nova
CERIGNOLA: DISCARICA INTERCOMUNALE SIA - foto Maurizio Ardito

CERIGNOLA: DISCARICA INTERCOMUNALE SIA - foto Maurizio Ardito
CERIGNOLA: DISCARICA INTERCOMUNALE SIA - foto Maurizio Ardito
CERIGNOLA: DISCARICA INTERCOMUNALE SIA - foto Maurizio Ardito
 
CERIGNOLA: DISCARICA INTERCOMUNALE SIA - foto Maurizio Ardito

CERIGNOLA: DISCARICA INTERCOMUNALE SIA - foto Maurizio Ardito

CERIGNOLA: DISCARICA INTERCOMUNALE SIA - foto Maurizio Ardito
CERIGNOLA: DISCARICA INTERCOMUNALE SIA - foto Maurizio Ardito
Orta Nova
 Orta Nova
 Orta Nova
 Orta Nova
Orta Nova
 Orta Nova
  Orta Nova
  Orta Nova
  Orta Nova
  Orta Nova
  Orta Nova

1 commento:

  1. Mi viene in mente Napoli maggio 2010, ( la quantità di rifiuti per strada era una offesa alla città ) le persone che scendevano dal marciapiede dove il passaggio era impedito dai rifiuti rischiavano di essere investite dalle auto che sopraggiungevano nella strada. Un pugnale nel cuore della città, non sono riuscita a scattare una foto e l'unica che ho scattato ad un enorme montagna di rifiuti quasi sull 'ingresso dell'albergo a Pozzuoli l'ho cancellata...........era più interessante parlare con le signore napoletane :-)

    RispondiElimina

Gradita firma degli utenti.