16.4.14

USA L'EUROPA PER LA GUERRA NUCLEARE



di Gianni Lannes



Con 1.192 miliardi di dollari si potrebbe realizzare concretamente il bene comune, sconfiggere la povertà, alleviare la sofferenza, bonificare i territori dall'inquinamento, invece, il cosiddetto "progresso" illuminato va in un'altra direzione, ovvero il baratro finale. 

Una montagna di denaro pubblico: il 62 per cento della spesa mondiale, per fare la guerra all'umanità, decimarla e sottometterla.  E' quanto hanno speso Usa e Ue nel 2013. I soldi li hanno tirati fuori cittadine e cittadini come sempre. Tenetevi forte: le famigerate scie chimiche - mascherate sotto le voci di bilancio "scientifico" - sono pagate addirittura da chi le subisce ogni giorno, in termini di perdita di salute, e conseguentemente di morte.

Il pacifinto Barack Obama ha annunciato la modernizzazione, ovvero il potenziamento delle 480 bombe nucleari modello b 61, di Washington presenti attualmente in Europa. Un pericolo immane. 90 di questi strumenti di morte sono in Italia (50 ad Aviano e 40 a Ghedi).  La presenza di questi micidiali ordigni viola il Trattato di non proliferazione nucleare (TNP), ma nessun politicante del vecchio continente fiata. Questi smidollati in divisa d'ordinanza sono tutti sempre distratti e indaffarati ad ingrassare i loro conti in banca, a spese dei popoli. Ora i parassiti della casta di nullafacenti, giocano alla campagna elettorale per mantenere la poltrona, senza lavorare mai, a differenza di milioni di idioti che li votano pure e battono sempre le mani.

La vita viene meno mentre la democrazia è stata eclissata da un pezzo. Ma sembrano tutti contenti con calcio, pay tv, droga e gioco d'azzardo.

Altro che pace! Fine di una civiltà di cavie inebetite. 


                          http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=BOMBE+NUCLEARI

Nessun commento:

Posta un commento

Gradita firma degli utenti.