21.4.14

ITALIA: LO STATO HA OCCULTATO UNA CENTRALE NUCLEARE MILITARE IN TOSCANA





di Gianni Lannes

Non solo i governi tricolore hanno affondato scorie nucleari in mare a partire dal 1967, ma hanno occultato un'intera centrale nucleare militare. Camen, Cresam, infine Cisam, magari ai più non dice niente, ma si tratta del reattore atomico "Galileo Galilei", gestito dal ministero della Difesa. Nella contabilità nucleare dal 2003 si menzionano soltanto le 4 centrali nucleari civili e le officine di fabbricazione del combustibile nucleare, compresi i centri di ricerca, ma del sito militare non c'è più traccia a livello ufficiale. Anzi, da questa centrale nucleare gestita dallo Stato Maggiore della Difesa, sono sparite scorie ad alta attività, ossia ben 350 metri cubi. Ministro Pinotti dove sono finiti questi rifiuti radioattivi? 

Più recentemente è stato autorizzato addirittura uno scarico a mare di liquidi radioattivi.



S. Piero a Grado (Pisa):  centrale nucleare militare -foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)
foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)




1 commento:

  1. L’incubo
    sembrava più vero della realtà moribonda di tutti i giorni a base
    di cancro per tanti. E già, perché quelle bombe atomiche – in
    barba alla volontà popolare che per ben due volte si era espressa
    contro il nucleare – con decisioni segrete mai ratificate dal
    Parlamento, sono realmente presenti in Italia. E nonostante il
    Belpaese abbia aderito al Trattato internazionale di Non Proliferazione,
    civilissimi piloti tricolore si addestrano in Sardegna, a
    sganciarle dai velivoli Tornado.
    Lucien ha deciso di scrivere un altro inizio, ha iniziato a vivere
    la sua nuova vita, libero dall’ossessione di Cassandra e pronto
    a guardare nel respiro il suo mare libero, oceano senza confini

    tratto dal libro Terra Muta di Gianni Lannes ....

    Mi piace la Toscana quasi quanto la Sardegna!

    RispondiElimina

Gradita firma degli utenti.