23.2.14

MATTEO RENZI:CONDANNATO DALLA CORTE DEI CONTI PER DANNO ERARIALE








di Gianni Lannes

Il terzo primo ministro extraparlamentare, senza alcuna legittimazione elettorale, in violazione della volontà popolare che ha votato tre schieramenti diversi, nel giro di 26 mesi è sbucato dal retrobottega del PD ed è stato imposto dall'abusivo capo dello Stato pro tempore, Giorgio Napolitano. 

Matteo Renzi, già sindaco e presidente della provincia di Firenze, il 5 agosto 2011 è stato condannato dalla Corte dei Conti (sezione giurisdizionale della Toscana) per danno erariale. Certo, la notizia è datata , ma non se ne parla. E ciò dà la misura del livello di degrado istituzionale. Insomma, al peggio non c'è mai fine. E il più pulito - come recita un vecchio adagio - c'ha la rogna.A proposito, dove sono le qualità morali, umane, intellettuali, sociali, culturali e politiche per assurgere alla carica di presidente del consiglio dei ministri? 

Molti tra i più accorti osservatori della realtà italidiota ricorderanno la recente uscita televisiva rivelatrice di Renzi alla trasmissione Ballarò (servizio Rai), quando annunciò, senza un contraddittorio e senza che qualcuno lo mettesse prontamente in riga per la grave minaccia che aveva profferito pubblicamente, un trattamento sanitario obbligatorio per gli iscritti al PD, avvistatori di scie chimiche. 

Non dimenticate, che lo stesso Renzi, è sostenuto dal clan De Benedetti (Sorgenia, L'Espresso, La Repubblica, Radio Capital) in affari con i criminali internazionali Rothschild. A proposito: l'israeliano Gutgeld, eletto in Parlamento (residente a Milano ma candidato in Abruzzo) è il consigliere economico del Renzi

Per la cronaca: questo Parlamento è abusivo poiché eletto in base alla legge 270/2005, dichiarata inconstituzionale dalla Consulta. Ergo: qualunque azione mettano in atto i boiardi di Stato per conto straniero, è assolutamente illegale. 

Nessuno più si scandalizza o si indigna perché va in onda quotidianamente l'assuefazione al peggio, e mancano gli anticorpi etici. Se non fosse un dramma in atto, sarebbe una barzelletta questa Italietta delle banane telecomandata dai lacché. 

Liberiamoci dalle catene, spazziamo via il giogo straniero. Sciopero generale ad oltranza, a partire dalle tasse e dai consumi inessenziali. Diamo vita dal basso ad una vera Costituente, indipendente e autotederminata.  

Viva l'Italia. Su la testa!










3 commenti:

  1. Quale differenza c'è tra dei genitori ché vendono loro bambini a perversi sessuali e i governanti italiani ché vendono popolo e nazione a terzi ché avvelenano la cittadinanza e derubano la nazione? Nessuna, ambedue sono più schifosi ancora ché i pedofili ché abusano dei bambini e dell'élite ché si compra i beni della nazione e ci avvelena.
    Tradire un bambino innocente,stuprarlo, e paragonabile a tradire un popolo. I pedofili sono esecrabili ma i servi pagati per trovare, ingannare, catturare e consegnarle i bambini sapendo la fine ché faranno, questi personaggi sono paragonabili ai politici italiani, pochi esclusi!
    Un articolo dei protocolli di Toronto. ché sono quelli dei savi di Sion aggiornati, dice, più o meno : I popoli saranno cosi nauseati dalla casta dei politici corrotti ché percepiranno il definitivo passaggio delle sovranità nazionali a l'Europa come un male minore. Cosi cancelleremo le nazioni stabilendo un rapporto con le regioni, entità troppo piccole per poter mai rimettere in causa il potere centrale europeo. Per chi legge il francese i protocolli di Toronto: Pierrephilo youtube.
    Sta avvenendo, senza dubbi!
    Senza un canale TV, un giornale diffuso al livello nazionale, la contestazione non si estende. Partire dal popolo per creare un nuova costituzione, sostenuti da un assemblea costituente composta dei migliori è l'unica e urgente possibilità rimasta per affrancarsi dal giogo.
    I governanti incostituzionali, illegittimi, non ci lasciano un altra scelta!
    Non pagare le tasse non può bastare. I trattati europei costringono l'italia a pagare prima gli falsi interessi sul inesistente debito pubblico. Le tasse mancanti avrebbero conseguenze solo su i servizi alla popolazione.
    La pugnacità giornalistica non basterà, la rivoluzione interiore nemmeno, dobbiamo organizzarci meglio ed agire insieme!

    RispondiElimina
  2. Chi è Renzi lo avevo scritto sul mio blog dei treni tempo fa:

    http://trenoxtutti.wordpress.com/2012/09/13/i-nuovi-valori-della-sinistra/

    Complimenti e auguri a Gianni Lannes

    Albino Galuppini

    RispondiElimina
  3. RENZI puzza di latte dalla testa ai piedi.mi sembrano quei galletti che tanto danno fiato alla bocca per poi affogarsi da soli.sta mettendo altre tasse sui rispiarmi di gente onesta che magari ha soltanto questi ultimi per tirare avanti,si è autoeletto e promette tagli a destra e a sinistra.l'umiltà è sua nemica e conosce soltanto la presunzione.la politica italiana ha distrutto intere generazioni,persone che con il sudore dell fronte hanno fatto studiare i propri figli e lo stato Italiano prende prende,ma non garantisce nulla a nessuno.la mafia si è insediata dappertutto e la giustizia rasenta il sapore dei paesi africani più poveri al mondo.città dove si muore di cancro e dove le istituzione non hanno mai messo piede.Renzi cominci con il ripulire se stesso!

    RispondiElimina

Gradita firma degli utenti.