1.12.13

LE VACCINAZIONI PEDIATRICHE NON SONO PIU’ OBBLIGATORIE!






di Gianni Lannes




In punta di diritto la copertura vaccinale imposta ai bambini per far ingrassare le multinazionali chimiche (in particolare la britannica e famigerata Glaxo che organizza anche in Italia convegni che ospitano incredibilmente alcune autorità di controllo) non è più obbligatoria, ma pochi lo sanno e le istituzioni sanitarie nazionali, regionali e locali sovente al soldo delle aziende farmaceutiche tacciono, invece di tutelare concretamente il diritto alla salute dei minori.

Anche l'obbligo scolastico può essere assolto dai non vaccinati, ai sensi del decreto del presidente dellla Repubblica numero 355 del 1999. Ecco come fare per poter esercitare il legittimo diritto alla obiezione vaccinale in modo corretto, e senza conseguenze giuridiche di rilievo (a parte una possibile microscopica multa comunque contestabile, che molte Regioni ormai nemmeno applicano o hanno abolito).

L'articolo 32 della Costituzione (norma fondamentale a cui sono subordinate tutte le altre) stabilisce che:

 La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti.
Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.


Pertanto,  le leggi - L. 6 giugno 1939, numero 891; L. 4 febbraio 1966 n° 51,  L. 20 marzo 1968 n° 419, L. 27 aprile 1981, numero 166, L. 27 maggio 1991, numero 165 - sono incostituzionali e vanno abrogate. E' strano che nessun costituzionalista abbia fatto notare queste palesi incongruenze giuridiche. Come dicevano i latini: "pecunia non olet". Infatti, la casta dei politicanti italidioti si è venduta mettendo a repentaglio la vita di milioni bambine e bambini.
In primo luogo, è fondamentale che il dissenso alle vaccinazioni sia scritto e motivato.
Quando arriva la comunicazione dell’incontro fissato per le vaccinazioni, rispondete al mittente (con raccomandata a ricevuta di ritorno) dichiarando, entrambi i genitori, la volontà di non voler vaccinare i propri figli, per le ragioni che seguono:

Violazione dell’articolo 32 della Costituzione poiché ai minori viene somministrato l’esavalente e non il quadrivalente, inoculando altri due vaccini non obbligatori;

mancata allegazione dei foglietti illustrativi (i cosiddetti bugiardini) dei vaccini, oltre che mancata precisa indicazione dei lotti vaccinali completi di tutti i dati identificativi dei farmaci che si intenderebbero utilizzare;

mancata indicazione precisa dei rischi alla salute e delle comuni reazioni indesiderate legati ai vaccini, e mancata promozione della conoscenza della legge 210 del 1992 in materia di danno da vaccino, che deve essere obbligatoriamente portata a conoscenza delle famiglie prima della profilassi vaccinale;

impossibilità oggettiva per la ASL di adempiere alla normativa nazionale sulle vaccinazioni obbligatorie, perché sprovvista delle dosi monovalenti degli unici vaccini obbligatori nel nostro Paese, ossia antipolio, antiepatite B antidifterica ed antitetanica;

mancata effettuazione di test preventivi di tipo genetico, immunitario, allergologico e di ricerca di intolleranze alimentari su genitori e bambino, indispensabili per verificare una possibile idiosincrasia ai vaccini dell’organismo del soggetto ricevente.  
Ovviamente, non dovete presentarvi all’incontro indicato nella comunicazione della ASL, né firmare alcun modulo, ma limitarvi a spedire la vostra lettera raccomandata con ricevuta di andata e ritorno;

presenza di mercurio vietato dalle normative italiane. L'anno scorso l'Infanrix Hexa (prodotto dalla Glaxo Smith Kline e somministrato ancora ai bambini in Italia) è stato messo al bando  in alcuni Paesi europei e non (Slovacchia, Spagna, Germania, Francia, Australia). 
  
In alcune Regioni, in particolare il Veneto, sono in vigore specifiche normative a tutela degli obiettori, ma comunque questa procedura ha valore per l’intero territorio nazionale.
Il Decreto Legge 273 del 6 Maggio 1994, convertito con legge 490 del 20 Novembre 1995 ha stabilito che: «l'esecuzione delle vaccinazioni obbligatorie su minori non può essere coercitivamente imposta con intervento della forza pubblica».

In altri termini, il deferimento è ancora tecnicamente possibile, ma non porterà alla vaccinazione coatta se i genitori esporranno le ragioni motivate del loro dissenso. Sono rimaste in vigore - e solo in alcune Regioni - le sanzioni pecuniarie, per chi non intende dare seguito alle richieste della Amministrazione sanitaria.

E' possibile, inoltre, chiedere l'esonero dalle vaccinazioni, ai sensi del comma 4 dell'articolo 9 del citato Decreto, con certificato del pediatra di base o di medico specialista privato, non sindacabile da parte delle Aziende sanitarie locali.

Sono previste a livello regionale ulteriori modifiche in positivo della normativa statale in Piemonte, nella Provincia autonoma di Trento, nel Veneto, nella Emilia Romagna ed in Toscana.

Per la cronaca l'antiepatite virale B fu introdotta a suon di tangenti dall'allora ministro De Lorenzo condannato per aver intascato una grossa mazzetta per far promulgare la legge - 27 maggio 1991, numero 165 - controfirmata da Andreotti e Cossiga. 

Numerosi pediatri o sono stati comprati (alla voce comparaggio) dal miglior offerente sul mercato della salute, oppure sono ignoranti in materia. Sulla vita dei bambini non si devono fare affari di qualsiasi genere. E' CHIARO?


Decreto Legge 273 del 6 Maggio 1994, convertito con legge 490 del 20 Novembre 1995

   Art. 9.

1. A decorrere dalla data di entrata in vigore del presente decreto, l'esecuzione delle vaccinazioni obbligatorie su minori non può essere coercitivamente imposta con l'intervento della forza pubblica.

2. Resta ferma l'operatività delle sanzioni previste a carico di coloro che esercitano la potestà parentale o la tutela sul minore, nonché dei direttori degli istituti di assistenza pubblica o privata in cui il minore è ricoverato o delle persone affidatarie di minori ai sensi della legge 4 maggio 1983, n. 184.

3. I soggetti indicati al comma 2 sono personalmente responsabili di ogni effetto dannoso subito dal minore o da terzi, conseguente all'inosservanza delle disposizioni di legge sulle vaccinazioni obbligatorie.

4. Ai fini dell'esonero dalla obbligatorietà delle vaccinazioni il certificato del medico curante o del medico specialista, presentato dall'interessato, è vincolante per l'unità sanitaria locale.
Le vaccinazioni pediatriche distruggono l’immunità naturale, spesso invalidano a vita i piccoli (alla voce autismo), a volte uccidono e provocano malattie inguaribili come effetti collaterale.


normative di riferimento:





sentenza tribunale di Pesaro del novembre 2013 (riconoscimento dei danni da vaccino che hanno causato autismo):







inchieste di Gianni Lannes:


http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=vaccini



Post scriptum

Egregio primo ministro pro tempore Enrico Letta, in ogni caso, le normative in materia di obbligatorietà vanno abrogate in ogni caso in tempi urgenti! La salute è sempre e concretamente al primo posto, mente il profitto all'ultimo.

CARE ISTITUZIONI SANITARIE E POLITICHE NON VI PERMETTE PIU' DI MINACCIARE I GENITORI OBIETTORI IN MATERIA DI INUTILI E PERICOLOSI VACCINI, CHE SERVONO SOLTANTO A FABBRICARE MALATI A VITA.



12 commenti:

  1. Grazie di questo articolo. Mia figlia, purtroppo, si è già beccata l'esavalente perché io ero ancora assolutamente all'oscuro di tutto, ma certamente non le farò fare il richiamo dei 5 anni.

    RispondiElimina
  2. confermo. seguito la prassi, fatto il colloquio, mandate le raccomandate, mio figlio a 3 anni sta benissimo. è di una semplicità estrema. direi banale. non gli abbiamo mai somministrato vaccini, tachipirina, antibiotici, antinfiammatori, cortisone, sciroppi, medicine di sorta. niente di niente. solo visite dal pediatra per diagnosi e cura con rimedi omeopatici. anche febbre 39.2° passata dopo una notte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensi ché l'omeopatia e il rafforzamento del sistema immunitario con dei mezzi naturali sarà sufficiente per proteggere nostri figli dalle strategie in atto e quelle in arrivo ? Facciamo tutto il possibile ovviamente ma domani non basterà più.

      Elimina
  3. Io aggiungerei che i vaccini causano malattie molto gravi, ma che spesso SI POSSONO CURARE. La dottoressa Campbell ha curato il figlio autistico e dopo di lui tanti altri. Sul sito disbiosisi possono trovare tutte le informazioni.

    Un elenco parziale delle malattie che possono essere guarite con la dieta GAPS (secondo la dottoressa Campbell-McBride) è il seguente:

    Dipendenza (da alcool, droghe o altre sostanze), disturbo dell'attenzione/iperattività, alcoolismo, allergie, anemia, anoressia ansietà artrite asma, problemi autoimmuni (inclusa quindi sclerosi multipla), infezioni da candida e da altri lieviti, colite, costipazione, morbo di Crohn, cistite, problemi dentali, depressione, disordini digestivi, dislessia, infezioni auricolari, eczema, epilessia, intolleranze alimentari, FPIES (sindrome da enterocolite indotta dalle proteine del cibo), riflusso gastro-esofageo, allergie da inalanti (oculo-riniti, asma e faringiti allergiche), perdita di capelli, mal di testa, iperattività, problemi di cuore, sindrome dell'intestino irritabile, infertilità, malattia di Kawasaki, Lupus, problemi mestruali, cefalea, narcolessia, disturbo ossessivo compulsivo, PANDAS (disordine autoimmune pediatrico associato con infezione da streptococchi), attacchi di panico, PDD-NOS (disordine dello sviluppo pervasivo non altrimenti specificato), PMS (sindrome pre-mestruale), psoriasi, riflusso, rosacea, schizofrenia, sinusite, apnea durante il sonno, insonnia, attacchi di collera, problemi alla tiroide, tic, colite ulcerosa, problemi urinari, vomito.

    RispondiElimina
  4. Io direi che sarebbe meglio evitare di riporporre il linguaggio di chi vuole condizionare le nostre menti. Malattie inguaribili e mortali ce ne sono davvero poche. La cosa davvero pericolosa casomai è l’ignoranza in cui il potere ci tiene.

    Vedi la cura per il cancro di Max Gerson, provata con 50 casi , 50 esempi di guarigione , 50 cartelle cliniche. Gerson fu avvelenato due volte affinché non pubblicasse il suo libro, la seconda gli è stata fatale, ma per fortuna il libro è stato stsmpato. Le informazioni sulla terapia Gerson sono disponibili anche in Italiano

    RispondiElimina
  5. Totalmente d'accordo. Lo dice lo stesso nome che i vaccini sono stati sviluppati per le vacche. Utilizzano il principio della mandria da mungere. Cioè la massa come fonte di ricchezza per i pochi i quali si inventano malattie inesistenti. Infatti la malattia è semplicemente una condizione naturale, come la primavera, l'inverno, l'estate e l'autunno. Il morbillo, il raffreddore, il cancro, la polmonite e tutte le altre cosiddette malattie sono solo delle condizioni mentali, dobbiamo lasciarci attraversare come delle membrane che per capillarità permettono ai liquidi di fluire ma rimangono intatte. La nostra cultura, i vaccini e lo stress si interpongono, invece, come blocchi che non permettono il regolare flusso. Sono questi a causare i danni, non virus o batteri e che appartengono al naturale plurisistema dell'universo esiziale.

    RispondiElimina
  6. Quindi il primo vaccino va fatto in ogni caso???? O si può appellare solo per i richiami?????? Fatemi capire per favore

    RispondiElimina
  7. Volevo capire se in ogni caso il primo vaccino va fatto o vale solo per i richiami ?????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le vaccinazioni sono un attentato alla difese naturali dei bambini e vanno assolutamente evitate! http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=vaccini

      Elimina
  8. I GRAVI DANNI dei VACCINI, anche quelli per l'influenza, non sono MAI stati trattati dai mass media, ne’ dagli "enti a tutela" si, ma…. dei fatturati di Big Pharma.......
    eppure esiste una nutrita bibliografia su di essi:
    vedi ad esempio questa piccolissima bibliografia:
    http://www.mednat.org/vaccini/influenza_danni.htm
    http://www.mednat.org/vaccini/bibliografia_dannivaccini.htm
    inoltre:
    Vaccino antinfluenzale Fluzone: 23 anziani muoiono durante la sperimentazione - 09/10/2013
    Come ogni anno, la campagna mediatica per la vaccinazione antinfluenzale batte la sua grancassa.
    Anche quest’anno la campagna vaccinale sarà però ricordata per l’ulteriore perdita di credibilità proposta da chi sostiene la vaccinazione come strumento unico di prevenzione.
    Assumereste mai un qualunque farmaco che nella sezione dedicata alle reazioni avverse riporta il decesso ?
    Il foglietto illustrativo del vaccino FLUZONE, vaccino antinfluenzale proposto agli anziani, e prodotto da Sanofi Pasteur, la quale afferma che: Il Fluzone, vaccino contro l'influenza sviluppato da Sanofi, ha mostrato segnali positivi nella protezione degli anziani oltre i 65 anni. Lo ha comunicato la società farmaceutica; ....e tutti gli "enti a tutela" se la bevono....
    continua....

    RispondiElimina
  9. ....il Bugiardino pero' rivela che nel corso dei successivi 6 mesi alla vaccinazione:
    1 - nella prima versione LE6390 – 6391 – 6392 (pagina 10 di 24) 7 persone sono decedute durante la sperimentazione clinica;
    2 - nella revisione del 25 aprile 2013 LE6393 (pag. 6 di 19) il numero sale a 23 persone decedute durante la sperimentazione clinica
    I foglietti illustrativi per i vaccini antinfluenzali mostrano una moltitudine di effetti collaterali (come tutti gli altri vaccini), tra cui il decesso (sempre banalizzato dal produttore a favore di esigenze commerciali), eppure sono commercializzati come farmaci da banco, senza obbligo di prescrizione medica (per far varare in Italia l'obbligo alla vaccinazione per l'epatite, il ministro della salute si e' preso una tangente ....).
    Perché ?
    In un’epoca in cui le informazioni possono essere conosciute e date in tempo reale, i Ministeri per la Salute potrebbero fornire dati aggiornati quotidianamente per confrontare i dati sulla virulenza effettiva dei virus influenzali responsabili della infezione 2013.
    Ma non lo fanno perche' i dirigenti dei vari enti, ministero compreso, o non sono istruiti e competenti sul tema vaccini oppure sono molto vicini alle imprese farmaceutiche, infatti essi non forniscono i loro Conflitti di interesse, malgrado l'obbligo imposto dalla legge sulla "trasparenza"....vedi: Legge 7 agosto 1990, n. 241 (in GU 18 agosto 1990 n. 192): "Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi"
    Come è avvenuto negli anni scorsi con le varie "pandemie" e specialmente nel 2009 per l’influenza suina, la truffaldina pandemia H1N1 che ad arte è stata montata sul piano mediatico, e divulgata a livello planetario, per scopi diversi da quelli scientifici, le comunicazioni giornalistiche sono spesso orientate al sensazionalismo piuttosto che alla concretezza, soprattutto in materia di Vaccini.
    I dati ufficiali sulla capacità di guarigione presente in tutti gli individui normali non vengono facilmente divulgati e si cerca spesso di dare valore solo alle notizie che, generando paura, provocheranno risposte irrazionali nei cittadini i quali chiederanno di vaccinarsi e cosi i fatturati di Big Pharma aumentano sempre a discapito della salute della popolazione.

    Si tratta di una situazione grave, in cui viene perso di vista l’obiettivo primario della salute, e chi tace i possibili danni da vaccinazione ha la coscienza sporca !

    Per i meccanismi dei gravi danni occulti e non, dei vaccini vedi QUI:
    http://www.mednat.org/vaccini/dannivacc.htm

    >>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
    Effetto Gregge (cioe' l'IPOTETICA copertura immunitaria della comunita' con i vaccini)....e' una GRANDE BUFALA, vedi QUI: http://www.mednat.org/vaccini/effetto_gregge.htm
    vedi anche Contro immunizzazione:
    http://www.mednat.org/vaccini/contro_immunizzazione.htm
    http://www.mednat.org/vaccini/contro_immunizzazione2.htm
    Buona riflessione anche in questo caso !

    RispondiElimina