17.11.13

VACCINI E AUTISMO: UN CRIMINE DI STATI E MULTINAZIONALI




di  Gianni Lannes

E' in atto una guerra segreta, non dichiarata contro l'umanità per modificarla e controllarla totalmente. Bisogna arrestare questi crimini, solo in parte alimentati dalla bramosia del profitto, ma soprattutto dalla volontà di esercitare il dominio sugli umani. Non c'è altro da fare, sulla base del sapere, e di una consapevolezza critica a partire da ogni persona, se non combattere in prima persona. Uniti, insieme.

1 commento:

  1. da padre di un bimbo volontariamente non vaccinato e non medicalizzato (mai preso tachipirina, aninfiammatori, antibiotici, solo rimedi naturali o omeopatici anche con 39.2° di febbre: passato sempre tutto in una notte), ed essendomi molto documentato in materia per scrivere la mia bella letterina all'ASUR, mi son invece fatto l'idea che qui piuttosto che di guerra si tratti solo di affari per le case farmaceutiche, imposti con tifoni (filippine=>vaccinazione di massa anticolera e tifo) o guerre civili (siria=>vaccinazioni di massa antipolio) e in posti poliofree come l'italia con tangenti per governanti o semplicemente per i dirigenti sanitari degli ambulatori vaccinazioni, un modo per non perdere il posto o per non farsi trasferire. l'italia è insieme a francia e grecia (e in parte il belgio) l'unica nazione in europa ad avere ancora l'obbligo delle vaccinazioni infantili.

    RispondiElimina