3.4.13

USA CHIAMA A RAPPORTO MOVIMENTO 5 STELLE




 

 di Gianni Lannes


In Italia non si muove foglia che il padrone USA non voglia... e così: prima che la legislatura abbia realmente inizio, risultano già venduti al peggior offerente, traditori dell'Italia! Fuor di metafora, non ci sono altre definizioni azzeccate della gravissima situazione. Non esistono altre parole nel vocabolario della lingua italiana per definire questa vergogna nazionale, nonché queste pesanti interferenze della diplomazia statunitense che detta legge ed impartisce ordini - spacciati per consigli e/o suggerimenti - ai supini parlamentari italioti. Il cosiddetto nuovo già venduto, pardon ipotecato, o meglio cooptato dallo Zio Sam. 





Con largo anticipo l'avevamo sempre detto, scritto, argomentato e documentato. Ora è sotto gli occhi anche dei ciechi, dei sordi dei negazionisti più incalliti. 

I padroni nordamericani iniziano a chiedere il conto alla dittatorelli Grillo & Casaleggio, e contorno di lacché. Proprio come gli emissari USA della Casa Bianca avevano pianificato nell'incontro segreto dell'anno 2008, tra l'allora ambasciatore Ronald Spogli e mister Beppe Grillo, appunto un anno prima dell'esordio del Movimento 5 Stelle, di cui è esclusivo proprietario il ragioniere Giuseppe Piero Grillo. 

Si tratta dell'ennesima operazione di gestione della sedicente opposizione, come aveva pubblicamente dichiarato il noto esperto televisivo Carlo Freccero.




Non vi è alcuna ragione plausibile che induca i "parlamentari italioti" ad incontrare l'emissario di un governo straniero che ha colonizzato l'Italia dall'8 settembre 1943 e che detiene illegalmente nel nostro paese, centinaia di ordigni atomici in aperta violazione del Trattato internazionale di non proliferazione nucleare. E che oltretutto dalla nostra terra fa la guerra a mezzo mondo, calpestando la nostra sovranità e la nostra dignità.

 
David Thorne (ambasciatore USA in Italia)

Incontro Ambasciatore Usa e pedine di M5S. Ufficialmente sul tavolo ambiente, web, energia e sanità. L'incontro è durato 45 minuti. Sul sito dell'ambasciata statunitense la riunione è stata definita "un'occasione per approfondire la conoscenza del Movimento e la sua posizione sull'attualità italiana". Come se i dettagliati rapporti della CIA non fossero già noti a mister Thorne, che in recente intervista al Corriere della Sera, aveva già dettato la linea politica del futuro governo delle banane italiota. Ci sono elementi sufficienti, se fossimo una democrazia, da mettere alla porta questo padroncino a stelle e strisce. Ma non è così: gran parte dei parlamentari e di chi dirige le istituzioni tricolori sta a cuccia. Il vero problema è il servilismo dilagante ed il colonialismo acuto, a parte le tifoserie lobotomizzate.






L'incontro è durato 45 minuti. Sul sito dell'ambasciata statunitense la riunione è stata definita "un'occasione per approfondire la conoscenza del Movimento e la sua posizione sull'attualità italiana". Che sfacciataggine questi yankees analfabeti e sprezzanti.



Un incontro annunciato su Facebook da Roberta Lombardi (detta altrimenti "miss fascismo buono"). “Insieme a Vito Crimi e una stretta delegazione del Movimento 5 Stelle [...] andremo a conoscere l’ambasciatore Thorne“, aveva scritto sulla sua bacheca la capogruppo a Montecitorio. E il riassunto del meeting è stato affidato a un comunicato sempre via web, ma stavolta sul sito dell’ambasciata americana. “La riunione è stata un’occasione per approfondire la conoscenza del Movimento e la sua posizione sull’attualità italiana”, si legge.



“Un incontro - specifica l’ambasciata - teso a rafforzare la cooperazione con l’Italia”. E da discutere, secondo il rappresentante 5 stelle Massimo Baroni, c’era tanto. Ambiente, web, energia e sanità sono stati alcuni degli argomenti trattati. “Un incontro 1.0″, l’ha definito Baroni, “un colloquio iniziale durato 45 minuti“, dove tra l’altro hanno chiesto ai rappresentanti del Movimento di “descriversi” e che ha portato alla conclusione che i 5 Stelle sono “la novità politica del momento”.



Nessun riferimento al Muos, il sistema radar della Marina Americana che doveva essere costruito a Niscemi, secondo cui il Movimento 5 stelle - nella vulgata grullina - avrebbe opposto una resistenza.In realtà, l'unico lavoro serio di denuncia ed informazione libera, è stato da sempre ed unicamente portato avanti dai cittadini di Niscemi, dal movimento NO MUOS, ma soprattutto dal ricercatore Antonio Mazzeo. Non certo dai grullini che si sono accodati all'ultimo istante della battaglia ancora in corso, cercando di accaparrarsi meriti che non gli appartengono neanche vagamente.




Non ci sono stati commenti specifici sulla politica italiana, se non che la situazione “è di stallo” e Crimi ha ribadito alcuni punti del programma del Movimento, tra cui il reddito di cittadinanza e la legge elettorale, con il ritorno alle preferenze. L’ambasciatore David Thorne aveva definito il M5S "un modello per le riforme ed il “cambiamento.

Mò...Vi... MENTO 5 stelle: dismissioni anticipate! I politicanti sono o non sono dipendenti del popolo sovrano? Allora tutti a casa.


anno 2008: l'incontro segreto di Grillo con l'ambasciatore USA:
 


approfondimenti su Grillo:
 

8 commenti:

  1. Credo che il tuo blog sia molto seguito e che molti leggano i tuoi articoli ma pochissimi commentano e decidono di affrontare la realta'. Il silenzio e' sintomo di cattiva fede o di sgomento. La gente che legge quello che scrivi e che affronta questi argomenti per la prima volta, inizia ad intraprendere il cammino verso la consapevolezza, che inizia dallo sgomento e dal rifiuto, continua nella curiosita' e voglia di saperne di piu' e si conclude nell'amarezza nel momento in cui i pezzi iniziano a combaciare e si intravede la scomoda verita' in fondo al tunnel, che prelude all'infelicita'. Superata poi la fase dell'infelicita', si entra nella zona decisionale, in cui si deve fare una scelta: regredire nella non-consapevolezza e adeguarsi vigliaccamente e opportunisticamente al sistema oppure decidere di non tradire se stessi e combattere perche' sempre piu' persone intraprendano il cammino verso la consapevolezza. A noi la scelta.

    RispondiElimina
  2. "Il silenzio e' sintomo di cattiva fede o di sgomento."

    Non penso. Come si suol dire, chi tace acconsenste. Io non commento quasi mai perché mi trovo più o meno sempre d'accordo con il signor Lannes. E ciò che ancora non sapevo lo apprendo da lui con gratitudine.

    RispondiElimina
  3. Domande a Lannes:

    1) chi merita di stare dentro il parlamento dei partiti attuali?
    2) Perchè in questo blog non citi nessun partito al di fuori del movimento 5 stelle?
    3) perchè dici di essere indipendente quando c'è una unidirezionalità dei post, tutti contro grillo?
    4) Chi metteresti in parlamento?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le rispondo anch'io.
      1) Nessuno, visto che sono tutti venduti, ricattabili e controllati (Grillo compreso)
      2) Qui ce n'e' per tutti, basta leggere con pazienza e soprattutto attenzione
      3) Negli ultimi mesi Grillo e' stato preso giustamente di mira in quanto si spaccia per il giusto e il nuovo mentre obbedisce agli ordini degli USA, come ampiamente dimostrato e documentato su altri articoli su questo blog. Colpevole di illudere i cittadini e guidarli verso il burrone. Gravissimo.
      4) Non si tratta di "mettere" ma di "capire". Non abbiamo ancora capito che siamo una colonia controllata da dominatori stranieri, quindi non siamo pronti a scegliere veri rappresentanti e controllarli.

      Elimina
  4. Risposta al sedicente Fabio! Prima cosa questo è un diario internautico non un giornale! Seconda: lei ha le traveggole o soffre di miopia grullesca. Qui nn si procede a senso unico. Legga anche solo distrattamente questo blog e si renderà conto delle corbellerie che spara all'aria fritta! Non ho padroni né padrini o sponsor. A differenza di tanti altri che calcano la scena, non ho il cartellino del prezzo e non sono in vendita. L''Italia non ha bisogno di tifosi sfegatati, senza cervello e senz'anima. I Partiti? defunti. Ha mai sentito parlare delle analisi di Simon Weil? Ma se per lei è troppo impegnativa, va bene anche l'intervista risalente al 1981 di Enrico Berlinguer! Tutti a casa! Il Belpaese ha bisogno di una rivoluzione, altro che riformine...

    RispondiElimina
  5. Sedicente "Fabio", questo diario internautico non è un parcheggio! C'è il bivacco a pagamento del suo padroncino Grullo che l'attende!

    RispondiElimina
  6. Poi tanto per commentare alcune delle belle frasi che Lei ha messo con un bel colore rosso:
    1)-la frase del Mahatma Gandhi, sotto altitolo del blog non crede lei che sia la stessa cosa che sta capitando al M5S?
    Prima ti ignorano: come è successo prima delle elezioni con il famoso "boom" del presidente Napolitano?
    Poi ti deridono: come èsuccesso prima delle elezioni, con i comizi di Beppe Grillo?
    Poi ti combattono: come sta facendo Lei su questo Blog.
    Poi vinci: come è successo dopo le elezioni, e forse succederà ancora.
    2)-Il suo scritto iniziale in alto a destra della pagina del sito "Ho subito alcuni attentati" etc. etc.
    Prima di tutto devo dirle che mi dispiace ciò che Le è accaduto e sono lieto che Lei goda di ottima salute, quì devo dire non sopporto i cattivi e violenti perché non sanno come difendersi in questo nostro mondo. Poi occorre lottare adesso etc. etc mi sebra tanto di chi dice la famosa frase "armamiamoci e partite", cioè Lei dice:
    -"io vidico le cose come stanno, io scrivo libri, io vi apro gli occhi, però! Me ne stò quà, non scelgo di entrare in politica, magari in un partito che più mi assomiglia, magari scegliendo una corrente all'interno di questo ipotetico partito che più si avvicina al mio pensiero (come succede per esempio alla corrente sindacale "rete28Aprile" all'interno della Fiom), così faccio proseliti porto voti etc. etc.
    3)-E quì mi ricollego alla seconda frase "rossa" di: Mohandas K. Gandhi: "sono le azioni che contano. I nostri pensieri (nel suo caso anche scritti) per quanto buoni possano essere sono perle false fintanto che non vengono trasformati in azioni.
    Mentre per la frase di Albert Einstein: Rimando lei e i lettori di questo commento al GRANDE GIORGIO GABER CON IL MONOLOGO DE "LA COSCIENZA" di cui allego link con il testo: http://www.angolotesti.it/G/testi_canzoni_giorgio_gaber_4285/testo_canzone_la_coscienza_154579.html
    4)-Giuseppe Dossetti: "quando i poteri pubblici..."
    e Lei è, un potere pubblico perché scrive pubblicamente ha il potere di cambiare le opinioni.
    5)-Nikola Tesla: "La scienza...
    Lei fa parte, in quanto giornalista "della Scienze dell'informazione: giornalistica". Lei NON credo che con i suoi scritti contribuisca al miglioramento dell'umanità
    6)-In ultimo Don Lorenzo Milani: le ultime due frasi sono quelle che lei non rispetta: " Le uniche armi che approvo io sono nobili e incruente: lo sciopero e il voto".
    Quindi noi abbiamo votato ed il M5S ha preso un sacco di voti, perché Lei NON approva, come dice (appunto) Don Lorenzo Milani?

    In conclusione Sig. Linnes, io avevo creduto di trovare un buon sito dove leggere degli approfondimenti su notizie: esteri, scienza e tecnologia, economia, salute, notizie italiane, ed avevo messo il suo blog tra i preferiti, ma dopo aver letto quello che Lei scrive depennerò questo sito, lei non è altro che come gli altri.

    Io se fossi Dio maledirei davvero i giornalisti e specialmente tutti che certamente non sono brave personee dove cogli, cogli sempre bene.
    Compagni giornalisti avete troppa sete e non sapete approfittare delle libertà che avete avete ancora la libertà di pensare ma quello non lo fate
    e in cambio pretendete la libertà di scrivere e di fotografare. Immagini geniali e interessanti di presidenti solidali e di mamme piangenti.
    E in questa Italia piena di sgomento come siete coraggiosi, voi che vi buttate senza tremare un momento.
    Cannibali, necrofili, deamicisiani e astuti e si direbbe proprio compiaciuti.
    Voi vi buttate sul disastro umano col gusto della lacrima in primo piano.
    Sì, vabbe', lo ammetto la scomparsa dei fogli e della stampasarebbe forse una follia ma io di fronte a tanta deficienza
    non avrei certo la superstizione della democrazia.

    Saluti
    Stefano


    RispondiElimina
  7. Io non li ho votati

    RispondiElimina

Gradita firma degli utenti.