20.3.13

TERRA MUTA: COSENZA 13 APRILE




                                                di Gianni Lannes



Nota d’Autore ................................................... pag. 7
C’ERA UNA VOLTA….......................................... » 9
ITALIA TREMA...................................................... » 23
ECOLOGIA DI GUERRA....................................... » 59
BELPAESE A PERDERE........................................ » 133
MAGIA DEL TEMPO ............................................ » 167
Appendici............................................................. » 193
BIBLIOGRAFIA UTILE......................................... » 283

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Prima presentazione di questo saggio particolare, a Cosenza, presso Pellegrini Editore, sabato 13 aprile 2013. 
 --------------------------------------------------------------------------------------------------------------
stralcio introduttivo:

C’ERA UNA VOLTA…

Mi hanno insegnato a vivere come se dovessi morire subito.

Ho imparato a pensare come se non dovessi morire mai.

Per venticinque anni ho raccontato nelle mie inchieste, in

Italia e all’estero, vicende reali e terribili. 

Adesso ho deciso di narrare una storia concreta ma in maniera diversa, come

se fosse frutto della mia immaginazione. Lo scopo è stimolare

la consapevolezza del lettore, provando ad arricchire la

percezione degli eventi scatenati da una singolare sequenza

di terremoti che si stanno consumando sotto i nostri occhi,

eppure non percepibili dai nostri sensi. 

Il dramma è che, in attesa di una probabile catastrofe finale, regna nell’opinione

pubblica un clima di disinformazione totalitaria. La regia dietro

le quinte appare orchestrata ai massimi livelli di regime. 

È di questa anomalia della percezione, di questo sonno dell’intelligenza,

di questo letargo pilotato della ragione, che sono

maggiormente preoccupato e ciò a prescindere dai disastri

imminenti preannunciati dagli esperti istituzionali, pianificati

da chi vuole instaurare, a «fin di bene» s’intende, un nuovo

ordine mondiale. 


Fantascienza? Decisamente no! L’Appendice di questo

volume, a cui si rimandano gli increduli ed i disinformatori

di professione, contiene una selezione di prove inoppugnabili

per chiunque…



Un dato di fatto: la ricerca scientifica è ormai interamente

soggiogata dal dominio militare e da interessi commerciali. La

guerra ecologica è partita da questa base, oscurata per lungo

tempo all’attenzione dell’Umanità.


Questo volume può apparire come un romanzo di fantascienza,

ma non c’è alcun intento di stupire con effetti speciali.

Spesso la verità è a tal punto incredibile da prestarsi ad

essere interpretata come un parto della fantasia. Allora il responso

finisce inevitabilmente per essere più di uno. 

Sarà il lettore a stabilire se questa storia è fantastica ed inverosimile,

fantasiosa ma verosimile, o inverosimile ma autentica.

Vorrei solo che la straordinaria risorsa dell’Essere umano,

quella di poter osservare l’Universo circostante e fare congetture

su di esso, tornasse ad essere un patrimonio critico fondamentale

della collettività. Sono consapevole di quanto fragile

sia l’autonomia di pensiero, quanto la presunzione di ragionare

su determinati argomenti scomodi, per comprendere i quali

sono sufficienti basi elementari.


Fermare la diffusione del sapere è uno strumento di controllo

per il potere, perché conoscere è saper leggere, interpretare,

verificare di persona e non fidarsi di quello che ti dicono.

La conoscenza ti fa dubitare. Soprattutto del potere. Di ogni

potere.


Occorre prestare attenzione all’eccesso di informazione,

perché si traduce in difetto di sapere. In effetti, la censura non

è altro che il modo concreto di travestire, escludere, eludere o

negare, quei contenuti che rischierebbero di mettere in pericolo

la presunta legittimità dell’ordine supremo…




Proprietà letteraria riservata
© by Pellegrini Editore - Cosenza - Italy
Stampato in Italia nel mese di marzo 2013 da Pellegrini Editore
Via Camposano 41 (ex via De Rada) - 87100 Cosenza
Tel. (0984) 795065 - Fax (0984) 792672
Sito internet: www.pellegrinieditore.com - www.pellegrinilibri.it
E-mail: info@pellegrinieditore.it

Il testo si può acquistare direttamente presso la casa editrice Pellegrini, prenotarlo in libreria o comprarlo su internet!

Per conferenze o presentazioni del libro contattare con ampio anticipo (almeno 40 giorni prima)  la segreteria di Gianni Lannes, al seguente indirizzo di posta elettronica: gilan01@tiscali.it

Nessun commento:

Posta un commento

Gradita firma degli utenti.