4.9.12

MONTI: 2,6 MILIARDI DI EURO
ALLE BANCHE



di Gianni Lannes

Giochi proibiti d'estate, anzi aiuti finanziari. L'entrata in vigore del "comma 55" del Milleproroghe consente agli istituti in perdita di trasformare una parte delle attività per imposte anticipate in crediti d'imposta, da utilizzare a compensazione di tasse e ritenute fiscali. In questo modo le banche evitano di ricorrere alla liquidità. Il beneficio è stimabile in 2,6 miliardi di euro per i soli primi 5 istituti italiani. Un provvedimento che sembra fatto tagliato su misura per gli istituti di credito. Le banche italiane ringraziano sommessamente il governo eterodiretto di Monti Mario. L'italiano tipo non ci fa caso.

4 commenti:

  1. Aggiungo un commento tratto da Cobraf
    http://www.cobraf.com/blog/default.php?topic_id=4831&reply_id=123485690#123485690
    che condivido e che mi sembra esplicativo
    "
    Di tutti i paesi del mondo, l'Italia è oggi assieme a Grecia, Spagna e Portogallo, il paese nell'occhio del ciclone finanziario e non esiste il minimo segno di una leadership che capisca anche vagamente la Truffa del Debito e della Moneta. Monti, Passera e soci stanno affondando l'economia anche più in fretta di Berlusconi e Prodi e nessuno li ferma. Anche quelli nuovi tipo Oscar Giannino, che tra i siti finanziari indipendenti e la gente che conosco incontra consensi, propongono la soluzione suicida della riduzione del deficit.....

    Perchè hanno imposto ai politici italiani l'austerità che è l'opposto di quello che si dovrebbe fare e persino di votarla quattro mesi fa nella Costituzione italiana (pareggio di bilancio) ? A mio modesto avviso, avendo letto molto su come hanno gestito le crisi del debito in Sudamerica e in giro per il mondo e anche prima, suggerirei che "loro" vogliono portare l'Italia al crac, perchè per l'elite finanziaria è con le crisi e i crac che si fanno veramente i soldi. Magari non c'è nessun piano, ma è la logica con cui da 200 anni opera se nessuno la ferma, è la logica dell'asservimento tramite il debito (su cui esiste un ampia letteratura, anche se sembra bandita dalle librerie, biblioteche e università contemporanee). In sostanza l'Europa del sud sta ricevendo ora il trattamento che avevano avuto i paesi sudamericani tra gli anni '70 e '90 con i loro famosi crac finanziari sotto il peso del debito

    RispondiElimina
  2. La filosofia montiana è spicciola: ricchi sempre più ricchi a spese della gran massa di poveri.

    RispondiElimina

  3. Stiamo ripetendo tutti gli errori dell'Argentina...

    (ma in modo del tutto consapevole e forse doloso)

    Giancarlo Rossi

    RispondiElimina
  4. Analisi impeccabile signor Rossi! Si tratta di una morte preannunciata e vissuta in diretta come se niente fosse...

    RispondiElimina

Gradita firma degli utenti.