23.5.12

IL GOVERNO USA E’ RESPONSABILE
DEL TERREMOTO IN EMILIA ROMAGNA








di Gianni Lannes

Violentano il pianeta Terra nell’indifferenza generale. Un’arma elettromagnetica a stelle e strisce - tecnologicamente obsoleta rispetto ai sistemi di dominio e morte già inventati - capace comunque di scuotere la crosta terrestre in punti vulnerabili ed alterare a piacimento il clima. «La guerra ambientale è già in atto. Il sistema per provocare terremoti e tsunami non è una novità per la ricerca militare» aveva avvertito 5 anni fa il generale Fabio Mini (Limes, novembre 2007). Infatti, la High Frequency Active Auroral Research Program (nota anche con l’acronimo di HAARP) è un’installazione militare in uso da tempo - munita di paravento  civile - nordamericana situata in Alaska, presso Gakona, collocata in una base della United States Air Force. Naturalmente il segreto è ferreo sulle stragi indotte con sistemi apparentemente invisibili. L’esperimento italiano, dopo il successo ad Haiti e le performances asiatiche e mediorientali, è riuscito a meraviglia: chissà se gli yankees in divisa hanno brindato come allora. Top secret? Proviamo a sfondare il solito muro di gomma, perché altrimenti sarà la fine per il popolo italiano. Gli scettici storceranno il naso, ma l’evidenza è innegabile, ormai.
Il riscontro - Ecco una prova. Incrociando i dati degli ultimi terremoti di Earthquakes e dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia con quelli dell’attività HAARP a basse frequenze (onde Hertz 0-5 Hz) emerge una diretta correlazione con il sisma che ha colpito e piegato l’Emilia Romagna. Basta incrociare i grafici bellici e le registrazioni dei sismografi italiani. Dobbiamo però tenere presente che trattandosi di attività criminale coperta ai massimi livelli - e negata ostinatamente - c’è l’alta possibilità che questi diagrammi siano stati alleggeriti e non rispecchino l’esatta attività svolta. Si ricorda che tutti gli orari sono calcolati sul “tempo civile (UTC)”, vale a dire con uno scarto pari a circa 2 ore di differenza con l'ora italiana. Fate attenzione. Dunque: 19 Maggio 2012 ore 23:13 (UTC), Pianura Padana, Magnitudo 4.1. Si può notare come l’attività a frequenza 0-2 Hz sia piuttosto intensa. Onde così basse hanno un’alta capacità di far vibrare rocce e terreni sabbiosi ma non solo, queste vibrazioni scuotono le particelle dell’acqua portandole a un potente surriscaldamento improvviso. Dalla scossa delle 23 e 13 (UTC) è stato un susseguirsi di micro sismi uno dietro l’altro, nel lasso di tempo che va dalle 2.03am (UTC) fino al terremoto più forte delle 3.02am (UTC) di magnitudo 4.9. Durante tutto il giorno di domenica 20 maggio l’attività HAARP è stata intensa e le scosse telluriche in Pianura Padana si sono susseguite senza tregua. Da notare, in particolare, la fascia orari che va dalle 12 alle 16 (UTC). Poco dopo le 12 (UTC) si nota un picco di intensità in correlazione con 2 forti sismi (2012/05/20 13:21:06 44.882 11.383 2.4 Ml:4.1 Pianura_padana_emiliana; 2012/05/20 13:18:02 44.831 11.49 4.7 Ml:5.1 Pianura_padana_emiliana). Per poi ripetersi ai seguenti orari: 2012/05/20 17:40:17 44.95 11.25 10 Ml:3.5 Pianura_padana_lombarda 2012/05/20 17:37:14 44.88 11.38 3.2 Ml:4.5 Pianura_padana_emiliana.
HAARP.

Una gola profonda che invoca l’anonimato, poiché teme ritorsioni vitali, spiega senza mezzi termini: “Lo ionogramma, ovvero un diagramma tempo/frequenza della riflessione ionosferica, mostra un marcato livello F con una ionizazione di picco. Vi è anche un meno ovvio livello E. Il diagramma mostra come il segnale di sonda digitale si divide in onde riflesse ordinarie (in rosso) e straordinarie (in verde). Lo ionogramma ed il parametro FoF2 nel diagramma mostrano la più alta frequenza che è stata riflessa dalla ionosfera con incidenza verticale (onda radio perpendicolare al terreno)”.  Terremoti con epicentri superficiali, come in questo caso italiano (10 chilometri di profondità come ha registrato l’INGV) e sismogrammi che evidenziano un’ unica grande oscillazione sono ritenuti dagli scienziati, senza alcun dubbio, essere terremoti artificiali generati dalla concentrazione di onde HAARP in determinati punti sensibili del globo terrestre. A prescindere dalle fanfaronate degli esperti al soldo bellico o dei professionisti con le barbe finte che popolano il web. Un geologo di chiara fama, A.V., conferma: “Generalmente i terremoti hanno epicentri molto più in profondità, nelle viscere della terra e soprattutto presentano sciami sismici, cioè a dire prima e dopo della vibrazione massima presentano oscillazione più piccole, definite di attenuazione”. Da tempo gli Usa hanno scatenato una guerra ambientale non dichiarata ufficialmente, contro l’Italia; ora l’escalation è sempre più evidente. Senza trascurare l’inquinamento radioattivo indotto nel Mediterraneo dalle attività della VI Flotta Usa di stanza nel Belpaese. Attività già documentata in termini scientifici dalle analisi puntuali Criad di Parigi in relazione al disastro provocato in Sardegna (dal 1972 al 2008), più specificatamente nell’arcipelago della Maddalena (Isola di Santo Stefano).
Emergenza infinita - Meno male che notoriamente la Pianura Padana è classificata zona a rischio sismico quasi nullo. Il bilancio provvisorio dell’ultimo esperimento bellico nello Stivale è agghiacciante, se gli aggettivi hanno ancora senso: 7 morti, 53 feriti e circa 6 mila sfollati. Non è tutto. Particolare non trascurabile: «Il sisma ha mietuto un’ecatombe di rondini e rondoni. Una intera generazione biologica è sparita - dichiara Piero Milanin, responsabile del centro di recupero della fauna selvatica Il Pettirosso di Modena - Sono venuti giù i palazzi dei centri storici, chiese e torri, i merli dei castelli. Tutti punti privilegiati dalle rondini e dai rondoni per nidificare. Per giunta è successo in un periodo dove le uova vengono deposte o sono appena nati i piccoli. Come è accaduto alle persone, il terremoto ha sorpreso gli uccelli mentre dormivano. Sono rimasti tutti lì sotto». Anche l’economia di una regione locomotiva è in ginocchio: 5 mila posti di lavoro a rischio.  I due segretari delle Camere del Lavoro di Modena e Ferrara hanno fatto i conti. Per Giuliano Guietti «nel ferrarese ci sono 700-1000 lavoratori le cui aziende questa mattina non erano in condizione di far ripartire le attività produttive». Per Donato Pivanti, invece, «3-4.000 i dipendenti del modenese. Il conto si riferisce solo alla industria, e non tiene conto di terziario e agricoltura».  E poi, c’è da considerare la distruzione di numerose abitazioni ed edifici pubblici e di culto, molti dei quali autentici gioielli del patrimonio artistico italiano. A chi giova? Calma. Monti Mario - già al soldo di potentati internazionali (Club Bilderberg e Trilateral Commission) nonché dalla banca speculativa Goldman Sachs) – in sostanza, il Premier non eletto democraticamente, ma imposto dal sistema di potere, ha dichiarato lo Stato di emergenza ed ha lanciato un appello all’unità nazionale per essere vicini “a chi soffre”. E’ stata questa la prima reazione del Presidente del Consiglio (abusivo), alla notizia del sisma che lo ha raggiunto a Chicago, poche ore prima dell’apertura del vertice Nato. Il premier si è detto “molto preoccupato” e, anche alla luce dell’attentato di Brindisi, ha deciso di anticipare la partenza dagli Usa. Grazie, Primo Ministro, pro tempore. In effetti noi non siamo mai stati uniti così tanto come adesso. Da notare il “a chi soffre” scritto tra virgolette. Ovviamente, la fregatura è pregressa: i danni provocati dal sisma d’ora in poi sono a carico dell’ignara popolazione. Il governo dei tecnocrati taglia le pensioni ai disabili che hanno casa e se la prende perfino con i più deboli: i vecchi, i poveracci; hanno stangato anche i ciechi, pardon non vedenti che, appunto non si accorti ancora di nulla. Non dimentichiamo che a L’Aquila la ricostruzione lampo propagandata dal piduista di Arcore (tessera 1816) in trattativa con le mafie, è inspiegabilmente al palo. Una torta di 2 miliardi di euro nel cassetto con il corollario della sorellina di Gianni Letta, già presidente della Croce Rossa abruzzese, a dettare “legge”, si fa per dire. In altri termini, al peggio non c’è mai fine, in termine di corruzione e clientelismo, neanche di fronte al dolore umano.
Scienza e politica - Secondo Michael Chossudovsky, docente all’Università di Ottawa, «Il sistema H.A.A.R.P. è un potente mezzo per la modificazione delle condizioni atmosferiche e del clima». La letteratura scientifica parla chiaro: “Le antenne di H.A.A.R.P. bombardano e riscaldano la ionosfera, generando frequenze elettromagnetiche che rimbalzano sulla terra, penetrando ogni essere vivente ed ogni oggetto inorganico”. E ancora: “H.A.A.R.P. genera forti impulsi nella banda Ulf ed Elf”. Dodici anni fa, alcuni ricercatori indipendenti (tra cui Robert Fitrakis) verificarono che “le trasmissioni a 14 hertz, rilevando che quando i segnali erano emessi ad elevata potenza, la velocità del vento raggiungeva le 70 miglia orarie, spostando i fronti temporaleschi”. In particolare le frequenze H.A.A.R.P. irradiate su specifici bersagli possono causare terremoti catastrofici, esattamente come il sisma che nel dicembre 2003 uccise migliaia di persone in Iran
In una Relazione di iniziativa della Commissione per gli affari esteri, la sicurezza e la politica di difesa del Parlamento europeo il 23 settembre 1998 e contenente una proposta di risoluzione (mai effettivamente adottata dal Parlamento) viene  affermato che «malgrado le convenzioni esistenti, la ricerca militare si applica attualmente alla manipolazione dell'ambiente come arma, come è il caso ad esempio del sistema HAARP». Nella medesima relazione la suddetta Commissione «reputa che il sistema HAARP sia da considerarsi, a causa del notevole impatto sull’ambiente, una questione mondiale ed esige che le sue conseguenze giuridiche, ecologiche ed etiche vengano analizzate da un organismo internazionale indipendente prima di ogni nuova ricerca e di qualsiasi esperimento» e «chiede al gruppo di esperti per la valutazione delle opzioni scientifiche e tecnologiche (STOA) di accettare di esaminare le prove scientifiche e tecniche fornite in base ai risultati esistenti della ricerca sull'HAARP onde valutare la natura esatta e il livello di rischio posto dall'HAARP per l'ambiente locale e globale e la salute pubblica in generale». In tale atto si «considera il sistema militare USA di manipolazione ionosferica, HAARP, con base in Alaska - che è solo una parte dello sviluppo e dell’impiego di armi elettromagnetiche ai fini della sicurezza sia interna che esterna - un esempio della più grave minaccia militare emergente per l’ambiente globale e la salute umana, dato che esso cerca di manipolare a scopi militari la sezione della biosfera altamente sensibile ed energetica, mentre tutte le sue conseguenze non sono chiare; invita inoltre la Commissione, il Consiglio e gli Stati membri ad esercitare pressioni sugli Stati Uniti, della Russia e di qualsiasi altro Stato impegnati in tali attività affinché vi pongano fine e si giunga ad una convenzione globale contro questo tipo di armi. Chiede in particolare una convenzione internazionale per una messa al bando globale di tutte le ricerche e di tutti gli sviluppi, sia militari sia civili, volti ad applicare le conoscenze del funzionamento del cervello umano nel settore chimico, elettrico delle vibrazioni sonore o altro allo sviluppo di armi che possono consentire qualsiasi manipolazione degli esseri umani, ivi compreso un divieto di qualsiasi impiego reale o possibile di tali sistemi».
La guerra ambientale è attualmente intesa negli ambienti militari come «l’intenzionale modificazione di un sistema ecologico naturale, come il clima, i fenomeni metereologici, gli equilibri dell’atmosfera, della ionosfera, della magnetosfera, le piattaforme tettoniche, allo scopo di causare distruzioni fisiche, economiche e psico-sociali nei riguardi di un determinato obiettivo geofisico o una particolare popolazione». Parola del generale italiano Mini già espressa nel documento “Owning the Weather in 2025”: «La strategia della negazione e il cinismo adottati per la guerra ambientale consentono d’impiegare armi e tecnologie sofisticate o brutali senza che ciò faccia scalpore. Consentono di camuffare azioni di guerra camuffandole e perfino di distruzione di massa camuffandole per ricerche scientifiche».
E dopo l’Emilia Romagna, ora toccherà sicuramente ad una regione del Sud per piegare definitivamente l’Italia. Prepariamoci al peggio.

RELAZIONE sull’ambiente, la sicurezza e la politica estera
Commissione per gli affari esteri, la sicurezza e la politica di difesa
Relatrice: on. Maj Britt Theorin




66 commenti:

  1. Io dico una cosa sola. Intanto tutti i dati snocciolati, nonostante non sia uno sprovveduto e abbia studiato un minimo di geologia e fisica al liceo, non riesco a comprenderli. Capisco il tuo intento nel pubblicarli ma non capendoli non riesco a convincermi a ciò che sostieni. Altra cosa: Se, come si dice (sia qui che in altri siti), le onde prodotte da Haarp che colpiscono la ionosfera poi vengono rimbalzate verso di noi facendo scuotere il suolo, perchè i sismologi spiegano questo terremoto appena avvenuto associandolo allo spostamento della placca adriatica verso alpi/apennini ? Se tale spostamento tettonico c'è stato l'Haarp non centra nulla no? Le onde dell'haarp dovrebbero far tremare non spostare un'intera placca. Sbaglio? Comunque a parte questo c'è bisogno si di chiarezza su questa struttura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al bando da sempre il sensazionalismo. La fiaba delle palcche in movimento è nota. Increduli? Forse, non vi è peggior sordo di chi non vuol sentire e/o comprendere. Aprite gli occhi.

      Gianni Lannes

      Elimina
    2. Ma io dico, credete davvero che Haarp possa scagliare terremoti con precisone come fosse un proiettile su di un obbiettivo? E poi quale sarebbe il motivo? Io penso che dovremmo valutare ipotesi un tantino piu' realistiche, per esempio il Fraking che è una pratica atta a perforare il suolo selvaggiamente per usufruire dei giacimenti di gas o petrolio, addirittura è stata vietata in alcunia paesi del mondo (California se non sbaglio) perchè dimostrato (non come haarp che è solo un ipotetica teoria) che puo' far nascere smottamenti di terreno e conseguenti scosse di tipo sismico. Guardacaso nell' area interessata dal terremoto dell' Emilia vi sono parecchi pozzi e vi sono state parecchie trivellazioni di questo tipo. L' altra ipotesi è un terremoto naturale come purtroppo ne accadono spesso in un paese a rischio sismico come il nostro.

      Elimina
    3. Chiunque abbia studiato un minimo di fisica di base e sappia fare due conti può facilmente verificare che lo HAARP non può produrre energia sufficiente a causare un terremoto. Nè alcun altro dispositivo costruibile. Tra l'altro lo sciame sismico c'è stato, basta guardare i grafici, quindi il fail è potente in questo articolo.

      Poi non si capisce perché se gli USA volessero davvero colpire l'Italia non scatenenino un terremoto tipo a Milano, Torino o Roma invece di concentrarsi su dei borghi medievali con 5000 anime.

      Elimina
    4. "La fiaba delle placche in movimento è nota". Qualche link? Qualche riferimento? grazie e complimenti per il lavoro svolto.

      Elimina
    5. qual è il motivo?? qual'è il motivo per cui ancora trivelliamo la terra per estrarre gas e petrolio, nonostante ci siano altre forme di energia? qual è il motivo per cui nel 2012 si fanno guerre imperialistiche? mi sembra abbastanza semplice la risposta: il potere. Non voglio dire che HAARP sia un arma di distruzione, anche io come "CervelloBacato" ci ho capito poco da quest'articolo (capisco che per dare prove servono questi dati tecnici, ma magari ne potresti scrivere anche uno per noi mortali) ma uno è bene che il dubbio ce l'abbia. Io non sono complottista convinto, ma come mai le istituzioni non fanno chiarezza su argomenti come il signoraggio, HAARP, scie chimiche. sicuramente sapranno che ci sono persone che si battono per queste cose. Perchè non intervengono per dirci perchè queste cose sono delle bufale?

      Elimina
    6. Ciao a tutti,
      per vostra curiosita' vi invito a vedere la nostra pagina http://www.mareasistemi.com/TESLA.html dove abbiamo inserito dei video di Ighina.
      Ighina sosteneva come Tesla (e lo provarono con esperimenti) che era possibile provocare delle scosse sismiche ................a voi le conclusioni.
      Comunque una cosa e' sicura il pianeta e' gestito da i********i, se si continua a bruciare petrolio sara' la fine per tutti !

      Elimina
  2. Penso che l'Italia sia da qualche tempo nel mirino e sotto ricatto. Non esiterei a dire che anche bombe ed altro siano da ascrivere a questo disegno.
    http://rassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/getPDFarticolo.asp?currentArticle=1F4WGD

    Un fatto non so quanto degno di nota. In questi giorni in provincia di Firenze abbiamo registrato temperatura inusualmente costanti con poca differenza tra notte e giorno. Eppure nei giorni precedenti il terremoto l'escursione termica tra notte e giorno era come al solito importante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, siamo i nemici numero 1 dell'America, la nostra potenza economica e militare li spaventa, in più abbiamo un'immenso patrimonio artistico di cui gli americani sono gelosi, discendono da vaccari del far west!!!!!!
      Altro che Cina, India, Brasile e Russia.. loro cos'hanno? La maggior parte degli investimenti e della produzione industriale mondiale? E allora?! Se vogliono conquistare il mondo gli usa devono distruggere l'Italia! E anche la goldman sachs lo vuole, mica vuole guadagnare, vuole distruggere quella.

      Elimina
  3. comunque esistono altri impianti come HAARP
    Norvegia: progetto europeo EISCAT (potenza 1000 MW ERP)
    Stati Uniti: HIPAS, vicino a Fairbanks (Alaska)
    Porto Rico: Arecibo Observatory
    Russia: progetto SURA, vicino a Nižni Novgorod (potenza 190 MW ERP)


    Poi i fenomeni descritti richiederebbero potenze migliaia o milioni di volte superiori a quelle che HAARP sviluppa (o anche a quelle che potrebbe teoricamente sviluppare). Con un semplice calcolo è possibile stimare la densità di potenza (la potenza in ogni singolo punto) massima dei segnali emessi dall'impianto. Per esempio a 100 km di quota (nella ionosfera) utilizzando tutte le 180 antenne dell'impianto si avrà un'area colpita di (100*100)/180=55 km² (ogni antenna colpirà un'area pari al quadrato della distanza, e 180 antenne produrranno un raggio 180 volte più stretto e 180 volte più potente di una singola antenna). La potenza massima sviluppata dall'impianto è di 3,6 MW (3,6 milioni di watt), che divisa per l'area colpita (55 km²) dà la potenza irrisoria di 0,07 watt per metro quadro. Inoltre, considerando il guadagno delle antenne (31 dB) la potenza si riduce ulteriormente a 0,03 watt per metro quadro, all'incirca uguale a quella di un telefono cellulare tenuto ad un metro di distanza[9]. Il raggio, una volta riflesso dalla ionosfera, si disperde in un'area di decine di migliaia di chilometri quadrati, quindi la densità di potenza della radiazione elettromagnetica che arriva al suolo è dell'ordine dei milionesimi di watt per metro quadro, inferiore a quella di qualunque elettrodomestico. Quindi, anche se fosse possibile influenzare il clima o la geologia con le onde elettromagnetiche (e finora non è stato trovato né ipotizzato alcun meccanismo che permetta di farlo), la potenza generabile da HAARP non sarebbe comunque sufficiente.

    Non sono un anticomplottista ma su questo argomento e sulle scie chimiche rimango molto scettico...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esiste l'HAARP a Niscemi (Caltanissetta) puoi vedere le proteste dell'intera cittadinanza su youtube.

      Elimina
    2. A Niscemi non c'è l'HAARP.
      A Niscemi si sta costruendo il MUOS, che è uno strumento che torna utile all'HAARP.
      Siete tutti invitati a prendere parte alle lotte contro la costruzione di questi mostri.
      nomuos.blogspot.com

      Elimina
  4. Presupponendo che la teoria sia vera, quale scopo avrebbero gli Stati Uniti per attaccare e distruggere l'Italia?
    Non siamo una minaccia militare (ed infatti siamo alleati), non abbiamo risorse petrolifere importanti, non deteniamo alcun monopolio o esclusiva di nessun prodotto che potrebbe interessare gli Stati Uniti al punto da scatenare la suddetta guerra ambientale. Inoltre siamo un bel punto mediano fra l'Europa occidentale, Africa ed Europa Orientale e (infatti) ospitiamo basi NATO dandogli vantaggi militari e ne traiamo vantaggi economici reciproci.
    Ora ho due domande per "gli esperti":
    1- Quali sono i motivi o presupposti tali per cui gli USA dovrebbero attaccarci? Anche se volessi fingere di credere in questa teoria, non vedo nessuna motivazione reale ( o presunta tale) per attaccare l'Italia.
    2- Cavalcando l'onda di questa favola e della loro tecnologia, perche' non scatenare un terremoto cosi' potente da creare danni maggiori? Perche' non provocare l'epicentro in un punto strategico un po' piu' strategico? Che ne so, nei pressi del mare per esempio cosi' da poter scatenare un maremoto. Oppure perche' non utilizzare tutta questa tecnologia per risvegliare il Vesuvio?

    Spero davvero in una tua risposta
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. perchè in italia vivono gli italiani e non gli americani, perchè sono stati scoperti dei bei giacimenti sotto i nostri piedi, in pianura padana e nel gargano per esempio, perchè gli italiani hanno ancora dei valori, mentre loro vorrebbero decivilizzarci. di interessi ce ne son da vendere basta guardarli con gli occhi di chi vede solo soldi e potere.

      Elimina
    2. Amico,sul Vesuvio...ci stanno lavorando,vedrai a breve cosa combineranno...

      Elimina
  5. Ufficialmente lo scopo del centro di ricerche HAARP è quello di studiare le proprietà di risonanza della Terra e dell'atmosfera: gli stessi fenomeni studiati da Nikola Tesla cento anni prima in Colorado.
    Secondo il sito ufficiale, HAARP può essere utilizzato "per provocare un cambiamento nella temperatura della ionosfera minimo e localizzato, cosicché le risultanti reazioni fisiche possano essere studiate da altri strumenti piazzati nello stesso sito o nei pressi di HAARP".

    La federazione Scienziati Americani ha ammesso un uso militare di HAARP solo per scopi di ricognizione e non distruttivi. Modulando i segnali in frequenze bassissime, cioè onde ELF o VLF, si potrebbe "vedere ciò che succede nel sottosuolo, individuando bunker, silos di missili, e altre installazioni sotterranee di Stati avversi".

    Quindi, ufficialmente, gli scopi di HAARP sono: lo studio della ionosfera (essendo composta da particelle cariche, ioni, possiede la proprietà di riflettere verso terra le onde hertziane) per migliorare le telecomunicazioni; lo sviluppo di nuove tecniche radar, che permettano agevoli comunicazioni con i sottomarini e rendano possibili radiografie di terreni, in modo da rilevare armi od attrezzature a decine di km di profondità.

    Nello specifico, secondo le dichiarate applicazioni militari, con il sistema HAARP si potrebbe:

    - Fornire uno strumento per sostituire l'effetto dell'impulso elettromagnetico dei dispositivi atmosferici termonucleari (ancora considerati un'opzione realizzabile dai militari da almeno il 1986).
    - Sostituire le frequenze estremamente corte (ELF: Extremely Low Frequency) delle comunicazioni sottomarine operative con una nuova e più compatta tecnologia caratterizzata da un gruppo di comunicazioni su un canale a bassissima frequenza per le lunghe distanze e per le applicazioni sotto acqua.
    - Modificare anche su zone lontane le condizioni climatiche e gli agenti atmosferici in modo tale da facilitare le operazioni militari.
    - Attivare a distanza un gran numero di esplosioni elettromagnetiche, non-nucleari, indirizzate verso un target. (Armamenti EMP).
    - Gestire aerei a distanza, governati e potenziati dai trasmettitori HAARP. Un test del genere è stato fatto già ai tempi della APTI che mantenne il controllo di un velivolo di sorveglianza per 10,000 ore ad un'altitudine di 80,000 piedi .
    - Sostituire il sistema radar "over-the-horizon", che è stato progettato per la postazione corrente di HAARP, con un sistema più accurato e flessibile.
    - Fornire un metodo per eliminare le comunicazioni sopra una zona estremamente grande, mantenendo attivo il funzionamento dei sistemi di comunicazione militari controllati da HAAARP.
    - Controllare i radar sotterranei per identificare strutture sotterranee e la loro resistenza alle armi utilizzando l'esame tomografico che penetra la crosta terrestre e che, se unito alle abilità di calcolo di EMASS e dei computers Cray, permetterebbe l'identificazione di armi nucleari a distanza. Se le antenne sono propriamente sintonizzate e indirizzate, da un qualunque punto del pianeta è possibile far rimbalzare onde sull'atmosfera e dirigerle a distanza verso un altro punto della Terra.
    - Rilevare oggetti che si muovono nell'aria (ad esempio aerei e missili Cruise a basse quote) e determinare quali sono armati e quali sono innocui, rendendo così le altre tecnologie obsolete.
    - Effettuare un sondaggio geofisico per trovare petrolio, gas e giacimenti minerari su una vasta zona.

    RispondiElimina
  6. Dico solo una cosa per rifletterci su.. siamo un paese che sta morendo da solo senza bisogno di terremoti creati.
    e l'ipotesi di un ricatto vi sembra davvero plausibile?
    I terremoti non esistevano anche prima del progetto HAARP?
    Avete dato un'occhiata in rete quanti progetti hanno questi stelle e strisce? c'è da mettersi le mani nei capelli, ad esempio il progetto Blue-Beam...
    comunque complimenti per l'articolo davvero molto dettagliato

    RispondiElimina
  7. @ CervelloBacato Se si invia un impulso su delle placche tettoniche si possono avere vari risultati a secondo dello stato delle stesse placche.
    Se le placche sono stabili non ci sara' nessuna conseguenza. Se le placche sono gia' in tensione, questo impulso agira' come la cosi'detta "goccia che fa traboccare il vaso". Piu' e' grande l'accumulo di tensione meno energia ci vorra' per scatenarlo e piu' sara' disastroso il terremoto.
    Anche se credo che HAARP, arma terribile su vari aspetti, non centri molto con i terremoti.Io credo di piu'ad altre armi sismiche. Per questo terremoto bisogna prendere molto sul serio la testimonianza riportata qui:
    http://mon-dart.blogspot.com/2012/05/tremori-notturni-non-e-parkinson-e.html
    Qui una foto di sismi indotti dal Fracking:
    http://3.bp.blogspot.com/-ziBv71JO4JY/T71QKQLLXZI/AAAAAAAAB8w/eCQZq_x_aVs/s400/youtube.jpg

    In tutto il mondo stanno facendo test e estrazioni in questo modo, non solo sismi ma inquinamento delle falde acquifere, ecc. bisognerebbe fermarli prima che sia troppo tardi.

    RispondiElimina
  8. scusa, ma cosa cavolo ci farebbero con l'Italia e gli italiani? che interessi avrebbero? mantenere chi resta o chi ci arriva?!?!?

    RispondiElimina
  9. conoscevo già il problema, infatti, dopo il (pietoso) attentato di Brindisi e le molteplici dichiarazioni per dargli un'autentica collocazione criminosa e terroristica, aspettavo la seconda manche. Sentendo poi del terremoto, mi son detta l'hanno rifatto! Il tempo metereologico che è seguito al fatto, mi ha fatto credere ancora di più. E' dagli ultimi terremoti in Giappone che sono venuta a conoscenza di questi fatti, ho approfondito bene con tanti documenti, lo so possono sembrare astruse le cose riportate, purtroppo però hanno tante coincidenze. In Giappone avevano a che fare con alcune decisioni del Governo riguardo al debito pubblico, il Governo si trovò alle corde, rispetto alle posizioni assunte dall'America nei suoi confronti. Il terremoto fu molto convincente! In Italia non c'è bisogno di spiegare niente...la situazione è disastrosa, per giunta le elezioni con il successo di Grillo (che prima del terremoto era ballottaggio) non potevano non scatenare l'ira dei grandi e potenti! La tensione era molto alta, "dovevano" smorzare gli animi. Del resto l'America stessa l'ha fatto in casa propria...l'11 settembre pensate ancora sia stato Bin Laden? INFORMATEVI!! ci sono le prove! Che sono stati loro per "coprire" la crisi finanziaria che si è manifestata gli anni seguenti. Si sono inventati una strage e due guerre di quelle proporzioni...pensate ancora di aver a che fare con "persone?"

    RispondiElimina
  10. Mappa di probabili eventi sismici nel futuro

    Update to 20th of May 2012 (11:30 AM)

    We report two probability maps (Map A and Mab B) for the occurrence of next large events with M 5.5+ in Italy (target events) for the next 10 years. The two maps are calculated by using the same statistical procedure applied to a seismotectonic zonation (MAP A) and to a regular grid (MAP B). The probability maps are updated every 1st of January and after the occurrence of a new target event.
    http://earthquake.bo.ingv.it/

    Stoccaggi previsti del CO2 - Mappa Ingv
    http://www.blitzquotidiano.it/ambiente/terremoto-val-padana-stoccaggio-co2-ingv-inquinamento-1102667/

    RispondiElimina
  11. Vorrei segnalare l'iniziativa che Lidia Undiemi sta portando avanti per fermare la ratifica del fondo salva stati ESM http://www.wallstreetitalia.com/article/1383025/crisi-euro/stop-al-fondo-salva-stati-la-battaglia-interregionale-parte-dalla-toscana.aspx

    "Gli Stati europei stanno abdicando al proprio ruolo – dichiarano i consiglieri – mettendo la politica nazionale nelle mani di un gruppo di banchieri, che di fatto detterà la linea dei Governi, godendo, oltretutto, di completa immunità per le proprie azioni. Basta guardare ciò che sta succedendo alla Grecia per capire a cosa andiamo incontro".

    RispondiElimina
  12. anche io l'avevo notato.
    controlla i grafici del giorno dopo nelle ore notturne.
    c'è un altro picco, guardacaso c'è stato un terremoto a sofia, con le stesse caratteristiche di quello in emilia. bassa profondità, scossa senza "avvisi" ecc.
    poi controlla le notizie che danno al centro studi di bologna: potrebbe esserci un terremoto 7,5 al sud...
    ...che siano al corrente di qualcosa?!?!?
    speriamo di non morire per colpa di questi b.....i!!!!!
    grazie per l'impegno di divulgazione.
    Giuseppe

    RispondiElimina
  13. Come detto da cervello bacato (vorrei sapere perchè si chiama così) mi sembra che occorrerebbe ancora approfondire le tematiche tettoniche per cercare di spiegare perchè si è verificato a basse profondità. Inoltre si potrebbe anche pensare alle estrazioni di gas che però potrebbero causare una subsidenza. Così la questione posta delle Haarp. E' necessario che qualche esperto ci faccia capire meglio prima di avventurarsi in asserzioni definitive. E capire anche se ci possono essere delle concause. Quel che è certo che l'uomo comincia ad usare le tecnologie in modo eccessivo e sotto diverse forme i cui effetti cumulativi sui nostri ambienti naturali e sulla nostra salute ancora ci sfuggono.

    RispondiElimina
  14. @Lannes
    Cosa vuol dire che la fiaba delle placche in movimento è nota? che non credi alla tettonica delle placche?

    RispondiElimina
  15. Presto gli Usa cadranno,il 7 sigillo è stato rivelato e pagheranno amaramente tutto quello che hanno fatto al mondo!!!!

    RispondiElimina
  16. Teoria che non fa una piega, ma non c'azzecca con il sisma in Emilia Romagna. Le profondità registrate si aggirano sui 10 km. Qualsiasi esperto onesto saprà confermarle che si tratta di terremoti artificiali. Chi li ha provocati? gesù bambino oppure i marziani? A mio modesto avviso, né l'Uno né gli Altyri. Allora, chi rimane col cerino acceso in mano e gioca alla guerra impunemente da troppo tempo? Non sono un geologo, non sono un fisico, ma un esperto in questioni militari a livello internazionale. Inoltre, ho comunque maturato un'esperienza giornalistica diretta sul campo, avendo seguito diverse tragedie in Italia e all'estero. Ultima in ordine cronologico quella in Abruzzo (aprile 2009). Se qualcuno ha tempo e voglia può leggere ciò che ho scritto 3 anni fa sul quotidiano La Stampa e sul quotidiano L'Unità. Usate la vostra testa e la logica: mettete in discussione quello che vi dico, ma evitate gli insulti gratuiti. Sarebbe facile rispondere per le rime. E' in gioco la vita ed il futuro dell'umanità. Cordiali saluti a tutti.

    Gianni Lannes

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me bisogna stare attenti ad associare profondità e artificiosità. Le faglie e i fronti di avanzamento dell'Appennino sono sotto la pianura padana a diverse profondità. Mi piacerebbe mostrarti delle linee sismiche, ma non ho immagini. Qui c'è un po' di roba divulgativa, non l'ho letto tutto, ma credo vada nella direzione giusta..
      http://www.meteoweb.eu/2012/05/terremoto-emilia-romagna-uno-studio-del-2009-aveva-gia-messo-in-evidenza-le-sorgenti-sismogenetiche-della-zona-ferrarese/135352/
      qui c'è il lavoro a cui si riferisce il testo:
      http://hdl.handle.net/2122/4290
      se guardi bene le sezioni sismiche le profondità delle strutture sono anche di 10km, anche un po' più su e anche un po' più giù.

      Io sono geologo e non mi sogno neanche di offendere, ma prima di scrivere certe cose, anche avendo già pubblicato su quotidiani nazionali, bisogna stare attenti, non serve essere esperto di questioni militari per conoscere le cause di un terremoto. Se il ragionamento è: un terremoto a 10 km di profondità non è possibile allora è stato il pentagono... mi dispiace non è corretto nelle ipotesi e neanche nel metodo.

      Elimina
    2. Grazie per il lavoro che fai per informare, io penso di essermi svegliata e molto sensibile a quello che sta succedendo, perciò condivido le tue teorie.

      Elimina
    3. Avevo risposto, ma qualcosa è andato storto...
      Allora per intendersi di queste cose bisogna essere geologi o fisici. Ti allego un articolo scientifico che descrive la presenza di faglie nel sottosuolo connesse all'orogenesi attiva dell'appennino. Spero questa volta funzioni o il problema è un link esterno?
      http://www.earth-prints.org/handle/2122/4290

      Elimina
    4. @ Rocco:
      Sarei relativamente più tranquillo se i responsabli del sisma in Emilia Romagna fossero le prospezioni idrocarburi; ma purtroppo non è così. Altrimenti quanti altri terremoti distruttivi avrebbe dovuto causare l'Eni dagli anni '50ai giorni nostri? Sapete almeno quanti pozzi sono stati coltivati negli ultimi dieci anni nella Pianura Padana? Meditate...

      Gianni Lannes

      Elimina
    5. rispondo io:i pozzi in emilia sono oltre 500 7 dei quali non piu attivi x estrazione ma attivi x reimmissione fluidi di scarto e 3 sono esattamente sull'epicentro

      Elimina
  17. 23 maggio 2012 - Un onda d'urto interplanetaria,probabilmente dovuta al brillamento solare di classe M5 sprigionatosi lo scorso 17 maggio, ha investito la Terra il 20 maggio intorno alle ore 02:00 UT(04:00)ora italiana L'arrivo dell'onda ha causato un intensa attività geomagnetica attorno ai poli del pianeta ed aurore boreali.L’impatto ha prodotto una deformazione della magnetosfera terrestre di parecchie migliaia di chilometri intorno al pianeta.La strana coincidenza e che poco dopo la Terra tremava in Italia con un terremoto di magnitudo 6.1 richter che colpiva Bologna,Modena e Ferrara, propagandosi per tutto il nord Italia.

    Fonte: http://terrarealtime.blogspot.it/2012/05/un-onda-durto-ha-investito-il-pianeta.html
    Fonte:http://www.spaceweather.com/archive.php?view=1&;day=21&month=05&year=2012

    RispondiElimina
  18. Qualsiasi esperto onesto saprà confermarle che si tratta di terremoti artificiali.
    Ce ne è uno, che ci mette la faccia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'evoluzione di Haarp e l'Amisr. Quanto al Gran Sasso occorre indagare a fondo.

      Gianni Lannes

      Elimina
    2. Un magistrato di nome Paolo Ferraro la faccia ce la sta mettendo.
      Caro Gianni Lannes, hai ragione non c'è dubbio alcuno, le risposte a questo tuo articolo ne sono la prova "non vi è peggior sordo di chi non vuol sentire e/o comprendere". Un vero peccato. E' talmente tutto sotto i nostri occhi, ed è stato tutto introdotto così gradualmente che oramai la maggior parte di noi ne è assuefatta. Questa forse sarà la causa della nostra fine o forse avverrà prima o poi un "risveglio".....non lo so.
      Ti avviso subito, spero non ne avrai a male, ma copio e incollo il tuo articolo sul mio blog citandone la fonte.
      Namastè

      Elimina
    3. Con molta cautela.... i terremoti degli iltimi 10 anni almeno, sembrano essere se non totalmente artificiali, almeno "indotti"... riguardo haarp seguo da anni i valori dell'induttometro, ma non arrivo a correlare solo l'uso di megawatt sparati in ionosfera, con un terremoto forte e ben localizzato... a tutti noi forse mancano altre nozioni, altre informazioni... per esempio su un blog avevo letto la testimonianza di un ragazzo abruzzese che aveva visto gran movimento militare i mezzi nel gran sasso giorni prima del terremoto... inoltre farei molta attenzione alle reti elettriche, sempre più centrali sono presidiate militarmente, sempre più tralicci vengono disposti a "dipolo" anche ove non ce ne sia la necessità (per esempio in zona pianeggiante senza rilievi o abitazioni)... correlato a questo ultimo terremoto inoltre vedo gli ultimi temporali, sopratutto questi giorni, come scaricano energia elettrica proprio sui tralicci... ovvio che in una linea elettrica a 150kV puoi far passare anche un segnale differente con diverse frequenze, e le puoi estrapolare da qualsiasi punto intercettando il segnale con una semplice cabina di trasformazione... ripeto, più di un sospetto esiste, ma tutti noi dobbiamo informarci e studiare di più tecnicamente come stanno creando queste manipolazioni al clima ed alla geomorfologia del pianeta... mettiamoci anche in mezzo una bella parte di esperimenti militari segreti (che quelli esistono e forse ne sappiamo solo un povero 2 %), ultimi due anni di esplosioni solari ed allora potremo incrociare dati e testimonianze per tirar fuori qualcosa di concreto... mi rattrista che in rete comunque circolino anche false notizie create ad arte e condivise e postate in buona fede da gente poco esperta, creando cosi' una confusione generale e panico nelle persone direttamente colpite dagli ultimi eventi sismici...

      Elimina
  19. e non dimentichiamoci di satelliti e scudo stellare.
    Ciao Gianni, sono amico di M.R.,( la persona emiliana che hai da poco conosciuto) stesso gruppo.

    RispondiElimina
  20. Premesso che in materia sono un pò ignorante, premesso che non vedo di buon occhio americani e "padroni" in generale, premesso che andrei a votare ogni santo giorno pur di riuscire a togliere di mezzo l'attuale governo, premesso che ti tale "raggiro" ne avevo già sentito parlare e mi ha fatto non poco preoccupare, mi pare che il primo commento in alto sia più o meno il mio stesso pensiero. Sono parole e dati troppo complicati da comprendere per un "profano" come me.
    Ho un dubbio. Perchè vorrebbero mettere in ginocchio proprio l'Italia? Son quasi 70 anni che gli "siamo grati" per averci salvato da nazisti e fascisti.
    I dubbi su alcune decisioni dell'attuale premier li ho anch'io e come me ormai gran parte del popolo italiano e su quel punto vi dò pienamente ragione, ma sul resto, come già detto, nutro un pò di scetticismo. Magari potreste provare a spiegarlo in maniera più semplice (se possibile).
    Un'ultima considerazione. Ho notato che alcuni commenti sono stati eliminati; spero non sia la solita censura di chi non vuole confrontarsi con chi la pensa in maniera diversa, ammesso che sia così.
    Vi saluto e vi auguro buon lavoro.
    Antonio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In Italia c'è qualcuno ai pinai alti che non d'accordo a scatenare la guerra contro l'Iran.

      Gianni Lannes

      Elimina
  21. Grazie Gianni Lannes, sei l'unico giornalista che conosco che fa il suo mestiere!!!
    E comunque l'Haarp c'è anche in Italia, si chiama MUOS e sta a Niscemi in provincia di Caltanissetta, magari hanno usato quella, avranno fatto una prova generale...

    RispondiElimina
  22. Noi propendiamo per i pozzi di prospezione più che per haarp.
    Anche se le coincidenze cominciano ad essere TROPPE!

    Ad ogni modo la pianura padana è sempre stata considerata zona a basso rischio sismico tanto è vero che a rivara (finale emilia) volevano metterci un deposito in acqua di 5 MILIARDI di METRI CUBI di GAS METANO!

    Da inizio anno i terremoti hanno avuto un marcato incremento troppo marcato per essere normale, siamo certi che monti non porti anche iazza?!?

    RispondiElimina
  23. Nella storia la verità ha sempre avuto tre fasi, la prima e quella di essere derisa e non creduta possibile, la seconda fase è quella della tentata demolizione delle sue basi, o più semplicemente cercar di renderla inoffensiva, ed ostacolarla con qualunque mezzo a disposizione, la terza ed ultima fase è quella di essere accettata univocamente perchè reale e partecipe di tutti Noi.

    Gianni Lannes

    RispondiElimina
  24. Haarp: è duro da digerire. Ma per il terremoto in Emilia Romagna c'è una responsabilità diretta Usa. I vostri utili quesiti sono da porre al premier abusivo Monti Mario. Purtroppo non risponde: neanche alle interrogazioni parlamentari. Verificate sul sito del Parlamento. Sono sicuro che molti di voi non crederanno alla presenza di ordigni nucleari nord-americani in Italia. Eppure ho visitato basi, ho realizzato servizi ed inchieste giornalistiche, pubblicando su importanti organi di informazione (La Repubblica, Famiglia Cristiana) fior di prove; ma ci sono ancora gli scettici!
    Nella storia la verità ha sempre avuto tre fasi, la prima e quella di essere derisa e non creduta possibile, la seconda fase è quella della tentata demolizione delle sue basi, o più semplicemente cercar di renderla inoffensiva, ed ostacolarla con qualunque mezzo a disposizione, la terza ed ultima fase è quella di essere accettata univocamente perchè reale e partecipe di tutti Noi.

    Gianni Lannes

    RispondiElimina
    Risposte
    1. scusami Gianni se mi permetto di interloquire, così da persona della strada che legge quello che tu scrivi,e, si pone delle domande ,alle quali forse non troverà mai risposte,ma in tutta questa storia , non riesco proprio a capire che cosa centra il ministro Monti( che tu continui a chiamare abusivo,ma che comunque in questo momento stà bene o male,non mi sembra questa la discussione, governando un paese, il nostropaese,vuoi che tutto il mondo si sia coalizzato contro di noi? e per quale motivo? ti sarei grata se mi dessi una risposta, che possa capire anche io poco esperta in tutto grazie

      Elimina
    2. Buongiorno Luisa. Abbia la pazienza di leggere le 5 domande che ho rivolto a
      Monti, così comprenderà che c'entra parecchio! E sono sicuro che eluderà i miei
      quesiti!

      Elimina
  25. Io vorrei ringraziarla per il suo coraggio e il suo impegno, le danno del complottista, anche a me e anche di fronte a documenti ufficiali che parlano di HAARP c'è chi, ostinatamente, continua a voler tenere la testa sotto la sabbia . Ecco chi ne parla http://www.europarl.europa.eu/sides/getDoc.do?pubRef=-//EP//TEXT+REPORT+A4-1999-0005+0+DOC+XML+V0//IT#Contentd1075016e334 per sviluppare certe tecnologie hanno violato 3 trattati ambientali dal dopoguerra ad oggi, questo è l'ultimo. Io ho realizzato questo video http://www.youtube.com/watch?v=lhk1UP5a3ME - dove ho filmato un'arma al plasma, è quel puntino bianco che segue la macchina che sto conducendo, l'apparecchio digitale è appoggiato sul cruscotto della macchina. Il video è sull'elettrosmog. Da notare come quel punto bianco passi sotto agli oggetti, prima il tetto poi gli alberi, quindi non è un difetto della video camera. Nel fermo immagine si vede un fascio viola che attraversa il tetto della macchina, entra perpendicolare all'interno, e non trasversalmente dai finestrini. Io non sono una terrorista, ma una media attivista scappata dalla Francia di Sarkozy in piena strategia della tensione. Quel punto bianco è con molta probabilità la prova dell'impianto di un microchip sottocutaneo subito a Parigi il 3/07/2009. Sono viva, lavoro e milito, ma sto subendo una pressione incredibile da 1 mese a questa parte, che mi fa pensare seriamente che mi faranno fuori prima che riesca ad ottenere una tac attendibile. Questo perché avrei trovato un medico disposto ad aiutarmi ad espiantare il chip. Sono passati 3 anni e finalmente sono riuscita ad ottenere la richiesta per una tac adatta a vedere l'oggetto estraneo impiantato nel condotto uditivo, che mi provoca dei dolori alla testa, compressione cerebrale e forte calore sulla calotta cranica. Ho dei linfonodi reattivi intorno al canale uditivo, emersi da un'ecografia, ma ben due tac non hanno rivelato la presenza del chip poiché non hanno esplorato la parte interessata. Io credo che per la prima volta dal dopoguerra avremmo la possibilità di mettere fuori legge la NATO e di esigerne lo scioglimento grazie alla violazione del trattato di cui sopra, poiché hanno seriamente ed irreversibilmente compromesso l'ambiente e il nostro equilibrio psicofisico, ma ci sono ancora troppe persone che non vogliono connettersi con la realtà che li circonda. Mi piacerebbe scriverle o anche incontrarla per darle il materiale che sto raccogliendo. Ho centinaia di video che ritraggono pedinatori e stalkers, gente che gira per la città munita di strumenti elettromagnetici in grado di disturbare le persone e persino ammalarle. Eugendfor e/o gente pagata anche da società private, di telefonia o che producono queste porcate http://www.endoacustica.com/
    http://www.youtube.com/watch?v=FuT3W_URzLc (a Milano ci sono almeno 3 negozi che vendono queste apparecchiature, altri tipo “Futura elettronica” vendono microchip sottocutanei http://www.futurashop.it/index.html)

    Avete senz’altro sentito parlare del nuovo giocattolino proposto dal mercato della telefonia mobile? Il telefonino con sensori a teraherz, insomma il telefonino che vede oltre i muri Lo trovate al minuto 2,19 di questo video promozionale per apparecchiature militari… questo spot (!), riassume la follia del mondo in cui stiamo vivendo e che non ci rendiamo conto di aver accettato e giustificato grazie a quel giocattolino che teniamo nel taschino della giacca: lo smartphone : http://www.youtube.com/watch?v=75nbWXDmWtc Questo è quanto, hanno dei dispositivi minuscoli che possono essere piazzati dentro un cellulare. Chi parla e documenta queste cose viene eliminato o spinto a suicidarsi. Chi milita contro l’elettrosmog mette in pericolo 3 gigantesche lobby: militare, medica ed industriale. Chi parla di queste cose non è contro l’Europa ma vorrebbe un’Europa come auspicava la relazione Huges

    laura burreddu, insegnante e mosaicista, affatto terrorista

    RispondiElimina
  26. Signor Gianni Lannes, nella mia critica io non ho mai accennato che il terremoto potesse essere messo in realzione alle prospezioni. Io sono un geologo e non ho bisogno di inventare fantastiche supposizioni sulla base di coincedenze. Ribadisco che tutta la pianura padana è in reltà zona sismica,e probabilmente tutta l'italia sarebbe da considerare tale. Se non lo è, lo dobbiamo ai nostri amministratori che tendono a smorzae il rischio per smorzare il costo delle costruzioni. Non è possibile prevederel'intensità di un terremoto su base statistica come si fa oggi. I morti li dobbiamo a coloro che non impongono regole di costruzione severe. Non certo agli USA, che già hanno sul groppono un numero tale di vittime, che non hanno certo bisogno di andarle a cercare a Rivara. Dico Rivara, perché il progetto del sito di stoccaggio di metano a Rivara è fermo e a regione non dà il consenso alle indagini conoscitive (che sono essenzialmente di carattere scientifico-conoscitivo). Immagino che questi terremoti, del tutto naturali, non faranno altro che aumentare lo scetticismo e non se ne farà nulla, comprese le indagini scientifiche non vincolanti. A me dispiace, perché per noi ricercatori era una buona opportunità per avere dati altrimenti non accessibili a causa dei costi. Non ci sono provo per considerare tali siti pericolosi. Però, capisco il panico popolare dopo una tal tragedia.
    A coloro che si dimostrano scettici nei confronti delle tesi di Lannes, dico che fanno bene, che credo che egli non abbia nessuna competenza per dire quello che scrive.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Ribadisco che tutta la pianura padana è in reltà zona sismica," davvero "signor" geologo? Strano perchè proprio a Mirandola 9 giugno 2008 un tale di nome ENZO BOSCHI (ex presidente dell'INGV) diceva che dopo studi complicatissimi, approfonditi e condotti con grande precisione dicevano che la zona non era ad elevato rischio sismico... a 4 anni di distanza abbiamo appurato che questi studi (mai visti) erano un bel cumulo di CA.....!
      Quindi si faccia un favore smetta di difendere l'indifendibile perchè negare i fatti rafforza solo la diffidenza.

      Lannes non avrà competenze specifiche nel campo ma voi avete dimostrato nei fatti di essere una MASSA DI INETTI e per questo siete ancora più pericolosi in quanto vi definite esperti e da lato della vostra arrogante supponenza non ammettete mai NULLA!

      Questo video dimostra quanto detto in modo oggettivo!
      Giovanardi e Boschi cronaca di una tragedia annunciata
      http://www.youtube.com/watch?v=SUwEdlAh1Fw

      Quanto a Lannes i pozzi sono circa 1697

      Terremoto: Quanti pozzi di petrolio e gas ci sono in Emilia Romagna? Lo sconcertante risultato: 1697

      http://www.savonanews.it/2012/06/05/leggi-notizia/articolo/terremoto-quanti-pozzi-di-petrolio-e-gas-ci-sono-in-emilia-romagna-concorso-senza-premi.html

      Terremoto, gli epicentri del petrolio e del gas: nuove scosse, nuove coincidenze
      http://www.savonanews.it/2012/06/04/leggi-notizia/articolo/terremoto-nuove-scosse-nuove-coincidenze.html

      Elimina
    2. Terremoto: Quanti pozzi di petrolio e gas ci sono in Emilia Romagna? Lo sconcertante risultato: 1697
      http://www.savonanews.it/2012/06/05/leggi-notizia/articolo/terremoto-quanti-pozzi-di-petrolio-e-gas-ci-sono-in-emilia-romagna-concorso-senza-premi.html

      Terremoto, gli epicentri del petrolio e del gas: nuove scosse, nuove coincidenze
      http://www.savonanews.it/2012/06/04/leggi-notizia/articolo/terremoto-nuove-scosse-nuove-coincidenze.html

      Elimina
  27. ma perchè sapresti già che il prossimo terremoto sarà più terrificante e al SUD ITALIA?
    vorrei capire... è terribile leggere quelle righe:
    E dopo l’Emilia Romagna, ora toccherà sicuramente ad una regione del Sud per piegare definitivamente l’Italia. Prepariamoci al peggio.

    quali sarebbero le motivazioni? e i dati che ti fan pensare al Sud?

    RispondiElimina
  28. http://www.aleannaresources.com/it/3d
    questi signori vogliono estrarre o gia' estraggono nell'area, ma questa pagina , nella mia ignoranza mi incuriosisce, c'entra qualcosa con Haarp?
    qualcuno mi puo' illuminare , mi sento confusa, tra chi dice che ci sia un collegamento tra terremoti e queste estrazioni di gas, e chi dice sia Haarp. ORa leggo questo uso di onde magnetiche ... illuminatemi !

    RispondiElimina
  29. Aldilà di tutti i discorsi su HAARP e sulla sua pericolosità, quest'articolo glissa stranamente quando si tratta di trovare una correlazione tra esso ed i fatti sismici emiliani, ed è per quello che non convince.

    Si dice che basta incrociare i grafici bellici con i dati sismologici per trovare la prova, ma questi dati, da dove saltano fuori? questi ionogrammi bellici sono liberamente disponibili? le immagini sono ridotte e sgranate e non si riescono neppure a leggere le scritte, e non sapendo da dove provengano è difficile prenderle per buone. Si parla di un marcato livello F e di un meno ovvio livello E. Ma sono dati assolutamente non intelleggibili nè verificabili, quindi a conti fatti la dimostrazione scientifica che i terremoti siano artificali non sussiste, o perlomeno non è riportata in maniera esauriente, checché ne dica A.V., il geologo di chiara fama...

    Sicché viene da chiedersi, visto che l'articolo ne parla assai poco, ma perché mai gli USA dovrebbero attaccare l'Italia, paese alleato da decenni sul cui suolo presenziano pure diverse strutture militari americane? L'articolo menziona vagamente gli affarismi del terremoto de l'Aquila (come dire che Obama o chi per lui avrebbe disposto un attacco militare di grande entità per permettere a qualche cricca di stronzi italiani di lucrare sulla gestione dell'emergenza... ) mentre sui commenti l'autore parla di pressione su qualche alta sfera italiana allo scopo di spingere verso l'interventismo in Iran... Ora, non frequento i tavoli delle trattative internazionali, ma sono abbastanza sicuro che esistano mezzi diplomatici molto più semplici, raffinati ed efficaci oltre a queste forme di bullismo tipo 'fate come dico io o vi scateno un terremoto in casa'.

    In conclusione, l'articolo è abbastanza fallace e poco credibile, e questo pure dopo aver deciso di leggerlo con cura nonostante il titolo esilarante. Ora, la questione degli armamenti tipo HAARP, e della ricerca che vi si sta svolgendo intorno, è reale e documentata, ed è pure abbastanza preoccupante, ma se lo scopo è informare e sensibilizzare le persone su questo tema, forse bisognerebbe accantonare le teorie assurde almeno fino a quando non si è in grado di dimostrarle seriamente, altrimenti finisce che anche le questioni serie appaiano come grosse caciarate.

    RispondiElimina
  30. Si commenta da se:

    http://geologia.altervista.org/index.php/nav=i%20TERREMOTI%20NEL%20MONDO.3P1

    RispondiElimina
  31. Visto che sono un fisico mi permetto di dire alcune cose

    come ha detto persino un geologo oggi alla TV prima che si scateni un terremoto c'è un accumulo di energia elastica (fonte: TG di mamma RAI di questa sera); è come avere una molla compressa che preme e basta un piccolo spostamento dalla condizione di equilibrio pre-esistene perché la molla salti

    insomma non servono necessariamente enormi energie per innescare dei terremoti, ma spesso basta un colpetto al punto giusto; se ci troviamo vicino a faglie attive ci possono essere ingenti valori di energia elastica accumulati, se ci troviamo in prossimità di un sottosuolo la cui stabilità è già stata indebolita dal frackin può succedere qualcosa di analogo

    In questi casi una "botta" di HAARP/EISCAT o magari di diverse di queste strutture in sinergia può innescare un forte sisma

    Tutti i calcoli visti nei commenti sulle energie necessarie per indurre sismi artificiali sono quindi di ben poco conto

    Per altro non crederete che le energie ufficialmente dichiarata di HAARP (STRUTTURA MILITARE mettetevelo in testa!) corrispondano a quelle reali? E che dire se oltre ad HAARP si utilizzano anche le altre stazioni che operano nella medesima maniera (riscaldatori ionosferici)? Leggete i dati quassotto e rabbrividite.

    La struttura HAARP, con le sue 180 enormi antenne è denominata "riscaldatore ionosferico" perché essa può generare fasci di onde elettromagnetiche ad alta frequenza inviandole contro la ionosfera, ufficialmente per compiere degli studi scientifici, La potenza di questo impianto è, ufficialmente, di 3,6 Megawatt (poco più di 3 milioni e mezzo di watt).

    In realtà si parla molto di HAARP perché questa è la più famosa, la più nominata tra le varie stazioni consimili, ma persino su wikipedia si può leggere dell'esistenza di alcune altri siti similari.

    Norvegia: progetto europeo EISCAT (potenza 1000 Megawatt, ovvero un miliardo di watt)
    Stati Uniti: HIPAS, vicino a Fairbanks (Alaska)

    Porto Rico: Arecibo Observatory
    Russia: progetto SURA, vicino a Nižni Novgorod (potenza 190 Megawatt)

    Quanto al motivo, si potrebbe anche pensare ad una opposizione dell'Italia all'intervento in IRAN, ma quello che succede con le scie chimiche induce a ragionare diversamente

    TUTTI GLI STATI, anche l'Iran, anche la Cina, anche la Russia, cooperano nello spruzzare quesrti veleni CONTRO i propri abitanti CONTRO LA POPOLAZIONE UMANA.

    Io ho visto un aereo con la scia bianca fare il pelo al tetto della scuola dove lavoravo, esattamente 5 minuti dopo il suono della campana di fine delle lezioni: obiettivo palese avvelenare 1000 fra studenti e professori concentrati in una breve area.

    Chi ci governa ha deciso di distruggere l'economia planetaria, avvelenare la biosfera, gettare nell'angoscia gli esseri umani per poi costringerli ad accettare un Nuovo Ordine Mondiale, la dittatura globale preannunciata da Orwell, possibilmente costringendoci all'impianto del microchip

    non è fantascienza, il microchip è propagandato nei libi di testo scolastici

    vedi le prove qui:

    http://scienzamarcia.blogspot.it/2012/04/sicurezza-sotto-la-pelle-o-il-nemico.html

    RispondiElimina
  32. Un magistrato di nome Paolo Ferraro la faccia ce la sta mettendo.
    Si parlava di geologi.

    Io ho visto un aereo con la scia bianca fare il pelo al tetto della scuola dove lavoravo, esattamente 5 minuti dopo il suono della campana di fine delle lezioni: obiettivo palese avvelenare 1000 fra studenti e professori concentrati in una breve area.
    Traduci fare il pelo. 10 metri? 100 metri? 1000 metri?

    RispondiElimina
  33. http://altocasertano.wordpress.com/2012/05/23/in-arrivo-un-terremoto-distruttivo-al-sud-italia/

    RispondiElimina
  34. http://altocasertano.wordpress.com/2012/05/23/in-arrivo-un-terremoto-distruttivo-al-sud-italia/

    possibile che alla commissione grandi rischi sapessero e han taciuto???

    RispondiElimina
  35. Un consiglio di lettura: Les armes de l'ombre (di Marc Filterman).

    Gianni Lannes

    RispondiElimina
  36. relax nel pensare... pensare..... con la nostra mente, intuizione, IntelliGenza.... le place se si muovono vano a spostare derive intere e non triangoli.. relax e pensare in sti tempi di crisi simultanea fra clima, economia, politica, terremoti, e tanta ma tanto STRESS. Caro fratello e sorella, ( e anche tu lupo mannaro) state attenti dalla Paura. é tempo di agire nella coscienza.

    RispondiElimina
  37. http://www.youtube.com/watch?v=V0_p1g8cBQQ&feature=share

    Guardatevi questo film documentario, e andate a visitare il loro sito. Poi se volete capire capire, altrimenti è uguale, le cose non cambierebbero comunque.

    RispondiElimina
  38. QUello che non capisco e' come gli US abbiano, tra tutte le pianure/montagne/altipiani del mondo, deciso di attaccare con le loro fantomatiche armi di distruzione ambientale un loro stretto partner economico. Dai risultati del terremoto l'economia Italiana (terza dell'Eurozona) risulta ancora piu' fragile, alimentando i rischi di collasso economico del paese e, di riflesso, del continente. Gli US sono tanto preoccupati quanto noi della crisi europea, in quanto se crolla tutto qui crolla tutto anche oltreoceano... quindi... mi potreste spiegare perche' i test sono stati fatti in una zona manifatturiera di un alleato economico (gia' fragile) e non, ad esempio, in est europa/India/Cina/nord Corea?
    Questo va' al di la' di ragionamenti su energie necessarie... si tratta di buon senso economico e politico... sul quale purtroppo si basa il nostro mondo di oggi

    RispondiElimina
  39. Scusate, parlo da totale ignorante in materia.
    So che magari chi è a conoscenza di teorie fondate, possa sentirsi di dire che l'informazione è sbagliata. Ma io penso che ognuno di noi sia libero di credere o meno a quello che leggiamo. Io mi sento di crederci. Sono legata alla scienza e credo a tutte le sue leggi, ma credo anche che la crudeltà degli esseri umani possa andare ben oltre. La maggior parte delle scoperte scientifiche fatte sino ai giorni nostri sono nate per migliorare la vita sul nostro pianeta, ma come sempre, la malignità ha preso il sopravvento, utilizzando tecniche all'avanguardia, per pura avarizia. Ad oggi penso che quasi nessuno di noi conosca bene i complotti tra i vari paesi e quindi mi sento di poter dire che Lannes ha ragione. So solo che l'informazione pubblica ci riempie la testa di frottole i tutti i sensi, ed ho potuto constatarlo anche solo facendo una tesi sulla pubblicità ingannevole. Rendiamoci conto quindi, che se la pubblicità tiene i nostri cervelli in pugno, allora le forze politiche mondiali hanno pieno potere su di noi.
    Io mi sento di non credere all'informazione pubblica e di cercare di sentire tutte le versioni, prima di puntare il dito. Penso che una visione delle cose a 180° sia molto limitata, a questo punto, perchè non voltarsi ed entrare nella tana del coniglio bianco?

    RispondiElimina
  40. Un consiglio da amico: dateci un taglio con l'atteggiamento dei seguaci. Siate teste pensanti! Usate l'intelligenza ed il cuore...

    RispondiElimina
  41. Caro Gianni,avrei qualche domanda,se permette.La zona dov'è avvenuto il terremoto,recentemente,è stata invasa da trivelle che hanno sondato il territorio con il famigerato fracking,alla ricerca di gas,e si tratta di aziende perlopiù statunitensi,coadiuvati da un insolita facilità nell'ottenere permessi,come tralaltro nel mare di puglia o in basilicata(come lei ben sa),e sinceramente dubito che siano andati a casaccio,qualcosa deve esserci la sotto che interessa.Ora penso,anche la russia possiede certe tecnologie,anzi,dal famoso segnale del picchio verde,avranno fatto ancora molta strada,e delle riserve di gas in italia,intralcerebbero ancora di più il south stream,il famoso gasdotto che dovrebbe trasportare il gas dalla russia bypassando l'ucraina,infatti,il suddetto,è un po indietro con i lavori,anche perchè è in competizione con il nabucco,altro gasdotto,di interesse USA però, mentre il nord stream,sempre della gazprom,in germania è già bello che funziona.Detto questo,non è che forse il terremoto è di origine russa,e l'attentato a brindisi con la presenza di bombole di gas,di cui si sono perse importanti prove, bruciate da un incendio "provocato" dall'anticilone caronte,sia di origine amerikana?Geopolitica del gas e noi a fare da tappeto?

    RispondiElimina